Al quarto fine settimana di gare è arrivata la prima sconfitta, per il settore giovanile della Roma. E anche il primo pareggio, a fronte di 10 vittorie su 12 gare.

Se il vivaio giallorosso non è a punteggio pieno è per merito della Fiorentina, che lo scorso anno non faceva parte del girone di Under 16 e Under 15 (che hanno lo stesso calendario). L'U16 viola, allenata da Daniele Galloppa, che a Trigoria è stato di casa per una decina d'anni, arrivando fino alla convocazione (senza esordio) in prima squadra, è venuta a vincere a Trigoria, grazie a due gol del trequartista Ievoli, partito dalla panchina perché reduce da un infortunio. La squadra viola aveva fatto ampio ricorso al mercato per rifinire il gruppo dei 2005 - i due centrali, Elia e Comuzzo, sono arrivati da Lecce e Pordenone - la Roma ci ha investito meno, anche per via del Covid, che ha complicato alcune trattative: soli tre acquisti, in campo domenica ce n'erano due, entrambi all'esordio, il portiere Morlupo, arrivato dalla Ternana, e l'attaccante Misitano, che giocava nella Metropolitan Oval Academy, negli States. Non hanno inciso: l'italo-americano, in campo con la maglia numero 10, è stato schierato come mezzala destra, poi riportato a fare il centravanti, il suo vecchio ruolo, poi richiamato in panchina. Un impatto migliore hanno avuto i nuovi acquisti dell'Under 15, che aveva giocato un paio d'ore prima, e a metà primo tempo era sotto di due gol: il pareggio lo ha firmato, con una doppietta, Domenico Musella, strappato al Napoli (che l'ha presa male) e alla concorrenza di mezza Italia.

Partito ala destra, ha chiuso da centravanti, nel 4-2-4 disegnato nel secondo tempo da Rubinacci, per completare la rimonta. Buono anche l'esordio dell'altro esterno d'attacco, l'ex Lecce Litti, è rimasto a secco Mannini, che aveva segnato due gol all'esordio. Non è scesa in campo l'Under 18: il Torino ha chiesto il rinvio, proprio come il Parma la settimana precedente. Così i 2003, che domenica prossima riposeranno, devono ancora iniziare il campionato.

Trionfo primavera

Sabato avevano giocato l'U17, che ha vinto 5-0 col Benevento con tripletta di Padula, un autogol e sigillo finale di Lilli, e la Primavera, che ha rifilato un clamoroso 4-0 all'Atalanta, campione in carica. A segno Tall, Zalewski e Darboe (doppietta): gli ultimi due hanno festeggiato andando in panchina in serie A, con il Benevento. La squadra di Alberto De Rossi dopo 4 giornate è prima a punteggio pieno. E sabato c'è il derby, a Formello.