L'ex giallorosso Martin Dahlin ha parlato ai microfoni di FcInterNews della sua carriera, nella quale sono presenti tre presenze con la maglia della Roma. Queste le sue parole:

"La mia esperienza alla Roma? Si tratta di una lunga storia. Premessa: io avevo firmato un precontratto con la Juventus. Poi mi trasferii alla Roma. Per quello che mi risultava ero un free-agent. Secondo invece quanto sostenuto dal Borussia Mönchengladbach il mio contratto si sarebbe rinnovato in automatico per una stagione. Era il prima anno in cui era entrata in vigore la sentenza Bosman e quindi un periodo di grandi cambiamenti. In quell'epoca probabilmente i bianconeri erano la compagine migliore del mondo e nella mia testa avrei dovuto giocare per loro. Per questo avevo rifiutato grandi team come il Bayern Monaco. Alla fine la Juve offrì 5 milioni di euro, il Borussia ne voleva 8. Troppo per la Vecchia Signora che puntò su Amoruso. Successivamente si presentarono i giallorossi e per evitare che saltasse anche questo trasferimento dissi al Presidente del Mönchengladbach che se non mi avesse venduto, io comunque non avrei più giocato per la sua squadra. A Roma poi trovai tanta concorrenza. Tre mesi prima avevo un contratto con la Juve, dove sarei partito sin da subito titolare: mi volevano fortemente. Mentre nella Capitale c'erano davvero tanti attaccanti. Sono quelle scelte che ti cambiano la vita. E sinceramente mi fa ancora male, che peccato. La Juve era la migliore squadra d'Europa e infatti vinse la Champions League…Ma questa è la vita".