Il 5 ottobre scorso a Trigoria è andato in scena l'incontro fra l'avvocato Contucci, quattro rappresentanti della Curva Sud e CEO della società giallorossa Guido Fienga.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, sono state consegnate all'amministratore delegato due raccolte di firme per il ripristino del vecchio stemma. Fienga ha chiarito che dal punto di vista commerciale chiamarsi Roma, soprattutto all'estero, è assai più efficace di «AS Roma»,  ma si verrà incontro ai tifosi e infatti nella prossima stagione sulla seconda maglia tornerà il vecchio stemma.