Ante Coric è sbarcato a Roma e domani mattina sosterrà le visite mediche a Villa Stuart. Il centrocampista croato, a solo 21 anni, gode già di grande considerazione in patria: merito delle prestazioni fornite con la maglia della Dinamo Zagabria e dell'Under 21 croata. Ha anche già esordito in Champions League (20 presenze tra qualificazioni e fase a gironi) e con la nazionale maggiore.

Al di là dell'Adriatico, però, è famoso già da tempo, tanto che il Salisburgo lo prelevò nel 2009: il video che lo ritrae mentre, undicenne, mostra tutta la sua tecnica risale proprio a quel periodo. Quindi il ritorno in Croazia, alla Dinamo Zagabria: con i "Modri" si è ritagliato pian piano uno spazio sempre più importante e, il 18 settembre 2014, si è anche levato la bella soddisfazione di diventare il più giovane marcatore nella storia dell'Europa League.

Al Maksimir di Zagabria, contro i romeni dell'Astra Giurgiu, Ante sigla il gol del definitivo 5-1 a 17 anni e 157 giorni, superando il record stabilito da Romelu Lukaku con la maglia dell'Everton (17 anni e 222 giorni).

Qualche tempo fa Zoran Mamic, tecnico della Dinamo Zagabria, ha detto di lui: "Ante è un tesoro per il nostro club". Ancor più lusinghiero Zdravko Mamic, presidente del club croato: "E' ancora un ragazzo e già riscuote grandissimo successo tra i tifosi. E' un eccezionale prospetto non solo per la Dinamo, ma anche per la nazionale croata. Mi ha davvero impressionato". Parole che si sono rivelate profetiche, se si considera che, pur non scendendo mai in campo, Coric ha fatto parte della spedizione della Croazia ad Euro2016 a diciannove anni.

CLICCA QUI PER L'ARTICOLO DI CROATIAWEEK.COM