C'è la firma del centrocampista più richiesto di questo avvio di mercato sulla prima amichevole della seconda Roma di Fonseca, la prima dei Friedkin: il Napoli sta provando in tutti i modi a inserire Veretout nella trattativa Milik, la Roma ha sempre fatto muro, così il centrocampista ieri era in campo, a Trigoria, nel test con la Sambenedettese. E al posto giusto quando, dopo 5', il preciso cross dal fondo di Calafiori, lanciato da una gran palla in verticale di Mkhitaryan, gli ha dato la possibilità di calciare a rete al volo, portando in vantaggio la Roma. Che Fonseca aveva schierato con il 3-4-2-1 visto nel finale della scorsa stagione, anche se gli interpreti, nella settimana delle nazionali, e in attesa di novità sul fronte Smalling, sono altri: Fazio, Ibanez e Juan Jesus in difesa, Kardorp e Calafiori (buona la sua prova) esterni di centrocampo, Diawara e Veretout mediani, Villar e Mkhitaryan (molto buone le prove di entrambi) alle spalle di Perotti, capitano e centravanti. Il secondo gol è suo, con un tiro sporco, deviando una palla messa in mezzo di prima da Villar, ben servito in verticale da Mkhitaryan. L'armeno potrebbe triplicare al 23': solo davanti al portiere prova un morbido colpo sotto, fuori di poco. Un minuto dopo Fazio calcia il piede del connazionale Botta, ex Inter: rigore, esecuzione perfetta di Maxi Lopez, portiere spiazzato e palla all'angolino basso.

La Roma va sul 3-1 grazie a Villar, che salta tre avversari e permette a Mkhitaryan di battere a rete, poi Karsdorp stende Chacon, la trasformazione di Maxi Lopez è la fotocopia della prima. Nell'intervallo Fonseca resta negli spogliatoi, come gli 11 titolari: in panchina Alberto De Rossi, 9 primavera, Seck (che prende un palo: un altro lo colpirà Riccardi, 2 la Samb) e Antonucci. Che segna il 4-2 calciando di prima, dopo un eccellente spunto sulla destra del 18enne Ciervo, il migliore dei secondi 45'.