La stagione 2019/2020 ha chiuso un quarantennio di Serie A iniziato nella stagione 1979/1980. La Roma per punti totalizzati in questo arco temporale è terza ma il confronto con gli albi d'oro di Juventus, Milan e Inter crea distanze siderali con le tre grandi del Nord.

Prima è la squadra che ha conquistato gli ultimi nove campionati con 2.407 punti, seconda l'Inter con 2.274, chiude il podio la Roma con 2.227 punti. Fuori dalle piazze d'onore il Milan quarto a 2.131, poi a chilometri di distacco dalle prime tre Lazio (1.746) e Napoli (1.594), con queste ultime due che pagano diversi anni di assenza dalla massima serie durante l'arco temporale preso in esame, che soltanto dalla stagione 1994-1995 in poi prevede l'assegnazione dei 3 punti a vittoria.

ROMA
Terza a soli 47 punti di distanza dall'Inter seconda. Roma e Inter sono le sole due squadre ad aver sempre militato in Serie A nelle ultime quaranta stagioni, i giallorossi hanno raccolto a livello di trofei meno rispetto ai numerosi piazzamenti di alta classifica ottenuti. I giallorossi infatti hanno vinto: due Scudetti (1982-1983 e 2000-2001), sette Coppe Italia ( 1979-1980, 1980-1981, 1983-1984, 1985-1986, 1990-1991, 2006-2007, 2007-2008), due Supercoppe italiane (2001 e 2007), per un totale di undici trofei. Media 0.27, ovvero circa un titolo ogni quattro stagioni nell'ultimo quarantennio.

JUVENTUS
La "Vecchia Signora" comanda la classifica con 2.407 punti, nel computo dei quali non sono stati considerati quelli ottenuti nella stagione 2005-2006, che decretò poi la retrocessione d'ufficio sull'onda dello scandalo di Calciopoli. Nella classifica complessiva più 180 sulla Roma ma con un palmares purtroppo assai diverso: 18 Scudetti, 7 Coppe Italia, 8 Supercoppe italiane, 2 Coppe Uefa, 2 Champions League, 2 Supercoppe europee, una Coppa delle coppe e 2 Coppe intercontinentali per un totale di 42 trofei. Media 1.05, ovvero circa un titolo all'anno.

INTER
L'Inter si è guadagnata la seconda piazza alle spalle della Juventus con 2.274 punti, solo più 47 rispetto alla Roma. Ma anche i nerazzurri possono fregiarsi di una bacheca assolutamente ben fornita: 7 scudetti, 5 Coppe italia, 5 Supercoppe italiane, una Champions League, 3 Coppe Uefa, una Coppa del Mondo per club (la vecchia Coppa intercontinentale) per un totale di ventidue trofei. Media 0.55, ovvero circa un titolo vinto ogni due stagioni.

MILAN
I rossoneri resi grandi dall'era Berlusconi sono la prima squadra fuori dal podio con 2.131 punti, meno 96 lunghezze rispetto alla Roma, ma l'appellativo di "grande Milan" se lo sono guadagnati a suon di trofei innalzati al cielo: 8 scudetti, una Coppa Italia, 7 Supercoppe italiane, 5 Champions League, 5 Supercoppe europee, 2 Coppe intercontinentali e un Mondiale per club per un totale di 29 trofei. Media 0.72, ovvero circa due titoli ogni tre stagioni.

LAZIO
Penultima in questa speciale classifica con 1.746 punti totalizzati, addirittura 481 in meno rispetto alla Roma, anche per effetto dei continui cambi di categoria. La Lazio è stata assente per ben sei anni dalla Serie A, al ritorno dalla B (anche con spareggi per evitare l'onta della C) è riuscita a vincere: uno scudetto, 6 Coppe Italia, 5 Supercoppe italiane, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa europea. Totale 14 trofei. Media 0.35, ovvero circa un titolo ogni tre stagioni.

NAPOLI
Fanalino di coda di questa classifica è il Napoli con 1.594 punti, a 633 dalla Roma. Gli azzurri pagano ben 8 anni di assenza dalla massima serie. Ma hanno conquistato comunque 2 scudetti, 4 Coppe Italia, 2 Supercoppe italiane e una Coppa Uefa. Totale 9 trofei, media 0.22 ovvero circa un titolo ogni 5 stagioni.


Nelle ultime 40 stagioni la Roma è stata una delle squadre più positive del campionato in termini di punti raccolti ma, nonostante questo, è solo la penultima squadra per trofei vinti davanti al solo Napoli fra le sei prese in esame. Un dato quantomeno curioso, che ci fa capire che nel calcio oltre alla programmazione e all'allestimento di squadre forti serve anche (più di) un pizzico di fortuna, ingrediente spesso distante dalle parti di Trigoria