Secondo i dati presentati da SafeBettingSites, Nike, Adidas e Puma – tre colossi nel campo dell'abbigliamento sportivo – hanno perso 7,3 miliardi di euro di entrate a causa della pandemia.

Nell'ultimi decenni il settore dell'abbigliamento sportivo è considerato una vera e propria macchina da soldi tant'è che, solo nel 2019, ha fatturato quasi 153 miliardi di euro. Tuttavia, come riportato dal sito SafeBettingSites, la prima metà del 2020 ha portato un enorme crisi per i più grandi marchi sportivi del mondo, con migliaia di negozi chiusi a causa dell'emergenza Coronavirus e che ha fatto segnare un imponente meno alla voce mancati ricavi nel confronto con gli esercizi fiscali precedenti.