L'ex centrocampista della Roma, attualmente allo Zenit San Pietroburgo, Leandro Paredes, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di RMC Sport. Queste le sue parole:

Com'è stata la tua esperienza a Roma?
"Sono già tornato a Roma quattro volte, ogni volta che ho qualche giorno libero prendo un aereo e torno nella Capitale. Sono rimasto legato ai tifosi della Roma e anche loro a me, mi scrivono in tanti sui social, fosse stato per me non avrei mai lasciato Roma e la Roma, ma non è dipeso da me e alla fine sono dovuto andare via. Io lo avevo detto che non volevo andarmene quando mi hanno proposto il trasferimento, ma alla fine ho dovuto accettare".

Sul tuo possibile passaggio alla Juventus?
"I tifosi della Roma, quando si parlò per la prima volta di Juventus, protestarono e impedirono il trasferimento. Mi dicevano che era vietato trasferirsi in un'altra squadra italiana, ma in quel periodo la prima scelta era proprio la Juventus".

Riguardo Totti invece?
"L'ultima volta che sono venuto a Roma ci siamo visti. Lui sta bene ora, è molto tranquillo, e a mio parere poteva giocare qualche altro anno. Però l'importante è che ora sia sereno. Lo vedo bene in giacca e cravatta".

Il derby?
"Il derby è sempre una partita diversa dalle altre. Penso che sarà soprattutto una partita bella da vedere, perché non c'è mai un favorito e secondo me entrambe le squadre sono in ottima forma".