Nel naufragio dei calabresi a Bergamo il siciliano è rimasto a galla: 5-1 dell'Atalanta al Crotone, l'unico gol degli sconfitti l'ha segnato il centravanti nato in provincia di Trapani e cresciuto a Piazzale Dino Viola, Marco Tumminello. Prima della trasferta in Lombardia non era arrivato a 45' complessivi in serie A: Spalletti per un anno e mezzo lo ha tenuto ad annoiarsi in Primavera, categoria in cui ormai aveva bisogno del pallottoliere per tenere il conto dei gol, nell'ultimo mese i due si sono trovati contro due volte,ma sempre con spezzoni troppo brevi per una vendetta, il recupero dell'1-3 dell'Olimpico egli ultimi 5' regolamentari all'Ezio Scida nel faticoso 2-0 nerazzurro a Crotone. Si è sempre scatenato vedendo nerazzurro la doppietta in Roma-Inter 4-0, Supercoppa all'Olimpico, è un biglietto da visita che lo ha aiutato parecchio a trovare squadra contro quelli di Bergamo è partito titolare, per la prima volta in serie A, e ha subito trovato il primo gol.

Anche Stoian

Minuto 25' della ripresa, rapida ripartenza rifinita da un altro ragazzo passato per la Roma Primavera, il romeno Stoian, che alza la testa e serve il compagno con un lancio lungo e preciso: Caldara lo tiene in gioco, è troppo lontano per chiuderlo, prova a mettersi sulla traiettoria del tiro ma l'attaccante controlla, prende la mira e piazza il pallone sul primo palo. Col destro, lui che è sempre stato un mancino naturale. Il risultato era già ampiamente compromesso, l'Atalanta era sul 4-0 e troverà anche il quinto, ma il gol sarà fondamentale per le gerarchie d'attacco dell'unica squadra che nelle prime 4 giornate non ne aveva fatto neanche uno. Per le prime due Tumminello era ancora un tesserato della Roma, contro il Cagliari ha esordito giocando al posto di Marcello Trotta, che domenica è rimasto in panchina per lasciargli il posto, così come Ante Budimir, eroe con 16 gol della stagione della promozione in A, tornato dopo l'anno alla Sampdoria. Due avversari con cui il centravanti che ha fatto la fortuna di Allievi e Roma Primavera può benissimo giocarsi il posto,anche a 19 anni non ancora compiuti (li farà il 6 novembre): al Crotone non si fanno problemi nel far giocare giovani destinati ad affermarsi e ripartire, chiedere referenze a Florenzi.