Nel corso di una lunga intervista rilasciata a 'Vanity Fair', Sarah Felberbaum ha parlato anche del suo rapporto con il capitano della Roma Daniele De Rossi.

Lei è inglese, non ha mai pensato di andare a lavorare all'estero?
Quando recito in inglese provo qualcosa che non riesco a sentire quando lo faccio in italiano. Così, dopo aver interpretato Il gioiellino avevo preso contatti per rimanere in America con un'importante agenzia. Prima ottenni in modo non facilissimo un incontro e poi, quando sembrava tutto avviato, tornando in una delle pause a Roma, venni travolta da una storia d'amore.

Parla di Daniele De Rossi, calciatore della Roma, il padre dei suoi figli Olivia e Noah?
Lo avevo già incontrato, tornai a frequentarlo allora ed ebbi l'intuizione di fermarmi perché stavo vivendo finalmente qualcosa di vero e diverso da quel che c'era stato fino a quel momento. Non me la sono mai più sentita di andarmene. Se fossi partita, avrei rinunciato a lui per la mia carriera. Sapevo che sarebbe stato impossibile conciliare le due cose, ma Daniele è l'amore della mia vita e non mi pentirò mai di quella scelta. Sono stata sempre molto individualista, ho sempre pensato prima a me e poi agli altri. Con Daniele è cambiato tutto. Di lui ti puoi fidare. È intelligente, dissacrante, spiritoso. Ha un enorme senso dell'umorismo, proprio come mio padre. Papà ha 88 anni. Inizia ad avere i suoi acciacchi.