Pau Lopez è stato uno dei protagonisti di Atalanta-Roma ma nonostante una buona prestazione non è riuscito ad evitare la sconfitta. Ecco le sue parole dopo la partita:

Pau Lopez a Dazn

Fonseca ha detto che questa è una sconfitta su cui poter costruire, come te lo spieghi questo risultato?
"Credo che sia così, abbiamo giocato bene nel primo tempo. Nel secondo tempo è stato difficile dopo il gol subito. Ce lo aspettavamo ma è stata una Roma diversa rispetto a Sassuolo e Bologna. Abbiamo perso tanti punti ma ci sono ancora tante partite. Possiamo imparare qualcosa da questa sconfitta".

La posizione di Mancini davanti alla difesa ha migliorato le cose?
"Nel 2020 stiamo prendendo tanti gol, mentre nel 2019 eravamo solidi e non concedevamo. Oggi credo che abbiamo fatto una partita abbastanza buona da questo punto di vista, la squadra ha difeso bene".

La parata su Gomez?
"Questo è merito di Savorani, certe cose non le facevo in Spagna. Quindi il merito va a lui".

Pau Lopez a Sky Sport

È cambiato qualcosa in difesa?
"È vero che oggi abbiamo fatto una bella partita difensivamente, nelle ultime partite abbiamo preso tanti gol".

Si poteva evitare qualcosa sui gol?
"Sul primo gol si poteva evitare la spizzata, perché poi per Spinazzola era difficile. Poi con il secondo gol è diventato più difficile giocare con l'Atalanta".

Che è successo alla Roma in questo ultimo mese?
"Non lo so, è difficile saperlo. La squadra è diversa da quella vista contro la Fiorentina. A gennaio abbiamo perso diversi punti, siamo dove siamo".

Come ne esce la Roma da questa situazione? Non dica 'Bisogna solo lavorare'...
"Non le piace ciò che dirò. Non si può fare diversamente, dobbiamo solo lavorare e imparare da ciò che abbiamo fatto. Mancano tanti punti, dipende da noi, anche l'Europa League per noi è importante. Mancano mesi alla fine della stagione".

Pau Lopez a Roma Tv

Una parata straordinaria sul Papu Gomez in un buon primo tempo. Poi che cosa è successo in quei dieci minuti?
"Abbiamo iniziato bene, poi dopo il secondo gol è diventato difficile. Abbiamo perso la partita in otto minuti. Abbiamo giocato meglio delle ultime partite, è questa la strada da seguire, ma se vogliamo andare in Champions dobbiamo fare molti punti da qui alla fine della stagione".

Come mai questo cambio di rendimento?
"È difficile parlare di questo ma è così. Contro la Lazio abbiamo fatto una partita incredibile e con il Sassuolo e il Bologna non abbiamo giocato bene. Dobbiamo guardare avanti, abbiamo molte partite da giocare e dobbiamo vincere per raggiungere la zona più alta della classifica".

È solo questione di testa?
"Non credo. La testa nel calcio è importante, ma non c'entra solo questo. Abbiamo giocatori che hanno giocato con grandi squadre".

Sul primo gol subito l'organizzazione è a zona o è misto tra marcatura a zona e a uomo?
"A zona".