il provvedimento

Roma-Bologna: tifoso cacciato dalla tribuna stampa per insulti razzisti

Era entrato con l'accredito di un amico giornalista. L'episodio è avvenuto nel corso della gara contro i rossoblù di venerdì, al momento del gol di Barrow

La Redazione
09 Febbraio 2020 - 11:58

La Roma conferma la linea dura contro il razzismo. Un tifoso che ha urlato insulti razzisti durante la gara col Bologna è stato cacciato dalla tribuna stampa. L'individuo è entrato allo stadio con un biglietto di tribuna Monte Mario, per poi passare in tribuna stampa grazie a un accredito ceduto da un suo amico, giornalista in ambiti istituzionali.

Nel corso del secondo tempo ha urlato «negro di m****» al bolognese Barrow, autore di una doppietta. Subito sono intervenuti gli addetti alla sicurezza, che lo hanno allontanato dalla tribuna. Durissima la reazione della Roma, che ha comunicato al giornalista coinvolto che non sarà più accreditato in tribuna stampa per un anno. Non solo: l'uomo che si è macchiato di insulti razzisti sarà bannato dalle gare casalinghe per tre anni, in linea con quanto già avvenuto per il "caso Jesus" e con il codice di condotta approvato dai club.

© RIPRODUZIONE RISERVATA