Javier Pastore ha risposto alle domande dei giornalisti nella pancia dello Stadio Olimpico dopo la vittoria ottenuta ai danni del Milan di Pioli per 2-1. Ecco le sue parole.

È tornato il vero Pastore?
"Non so se è il vero Pastore ma sicuramente sto bene fisicamente e quello è importante. Se sto bene fisicamente posso fare molto di più. L'importante è che ho già giocato tre partite di seguito ogni tre giorni e non lo facevo da tantissimo tempo e mi sento molto bene".

Con la prestazione di oggi hai conquistato la fiducia del tecnico. Pensi anche quella dei tifosi?
"Quella dell'allenatore non l'avevo mai persa perché sin dal primo momento è stato sempre al mio fianco e mi ha aiutato tanto a stare bene, a fare quello che ho fatto oggi. Per i tifosi ovviamente dipende dal risultato della partita ma penso che qua a Roma con i tifosi sono stati più i momenti belli che quelli brutti. Dobbiamo sempre ringraziare uno stadio così".

Vittoria fondamentale per dare un segnale nonostante le difficoltà.
"Era importante vincere perché vogliamo stare lì vicino ai primi posti e oggi lo abbiamo fatto. Abbiamo un po' sofferto nel secondo tempo ma abbiamo fatto molto meglio del Milan e abbiamo creato tante occasioni".

Hai detto che ti senti bene, ma ora c'è l'Udinese. Ti sent pronto per giocare quattro partite?
"Quello lo sceglierà il mister. Io sto bene, è importante recuperare al meglio in questi due giorni perché abbiamo un'altra partita molto importante per continuare a crescere".

C'è anche la Roma per la corsa Champions?
"Certo, noi proveremo non solo a entrare in Champions ma andare più in alto possibile in questo campionato perché abbiamo una grande squadra e un grande staff tecnico che ci sta facendo credere e convincere di questa cosa e siamo veramente forti".

Il gol ti manca?
"Non mi manca ma vado a casa con quel pensiero perché ho avuto quattro occasioni. Donnarumma me ne ha parata una molto bene, potevo fare meglio, ma l'importante è che abbiamo Dzeko e Zaniolo che stanno segnando, se loro segnano noi vinciamo".