Al termine della partita tra Roma e Borussia Moenchengladbach l'allenatore giallorosso Paulo Fonseca ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky e Roma Tv.

Fonseca a Sky

Un errore così non lo vedevamo da tanti anni, c'è delusione.
"E' difficile accettare una situazione come questa, i giocatori sono devastati nello spogliatoi. Non possiamo dimenticare di aver affrontato la prima in Germania e con tutte le difficoltà abbiamo sempre controllato la partita, abbiamo fatto molto bene difensivamente, i giocatori hanno lottato e corso molto. E' difficile accettare una cosa del genere".

C'è rischio che la squadra vada giù di morale?
"Il calcio è questo, è così, dobbiamo reagire velocemente. Sappiamo che abbiamo fatto una buona partita, con tutte le difficoltà che avevamo meritavamo un altro risultato e meritavamo la vittoria".

In momenti di difficoltà l'allenatore deve avere un'idea. Lei ha avuto l'idea di Mancini a centrocampo, che voto gli dà?
"E' un lottatore, è un bravo giocatore. Penso che ha fatto una bellissima partita, la prima volta che gioca in quella posizione, non è facile cambiare da centrale di difesa a centrocampista, ha fatto benissimo. E' un buon giocatore. Se col Milan può giocarci? Vedremo, la verità è che non abbiamo molte opzioni, possiamo pensare che sia una soluzione dopo una partita buona come questa".

Quando torna Under? Pastore sta diventando importante nella Roma?
"Cengiz tornerà nei prossimi giorni, non sappiamo se è pronto per il Milan. Per Pastore non è facile nella sua condizione giocare due partite così, perché ha un passato problematico ed è necessario gestire la situazione. Ma ho parlato con lui e mi ha detto che è pronto per giocare, ma sappiamo che è una situazione particolare".

Si è fatto l'idea di chi può essere il vice Dzeko, Zaniolo può farlo?
"Ho pensato di poter giocare io (ride, ndr), ma in passato ho fatto il centrale. L'unica possibilità è Zaniolo, sappiamo che non è la sua posizione ma non abbiamo altre opzioni".

Fonseca a Roma Tv

Oggi si è vista una buona squadra...
"Si con tutta la difficoltà che abbiamo avuto ma il risultato non è giusto. Non abbiamo meritato questo finale perché la squadra ha lottato, corso, ha fatto una buona partita sicura difensivamente. Non dimentichiamo che abbiamo giocato contro la prima in classifica in Germania. Non è facile resettare questo risultato".

E' interessante la posizione di Mancini che nel primo tempo si abbassava molto, nella ripresa molto meno...
"L'idea iniziale è che il primo momento di costruzione potevamo farlo a tre, più volte lo abbiamo fatto ma Mancini ha giocato come centrocampista e ha fatto una buona partita. Non è facile cambiare da difensore a centrocampista".

Rispetto a domenica una squadra unita che ha giocato e creato tanto. Al di là del lavoro tattico c'è stato anche un lavoro mentale?
"Abbiamo tempo per lavorare. Non mi è piaciuta l'ultima partita, ma oggi i ragazzi hanno giocato bene, sempre con grande fiducia soprattutto mentale. In questo momento lo spogliatoio è devastato da questa situazione ma adesso dobbiamo pensare solo alla prossima partita".