Finalmente il lieto fine: tutti i tifosi romanisti potranno prender parte alla trasferta di Bologna, primo impegno esterno di questa stagione. Si chiude così una settimana caratterizzata da una serie di problematiche che, per giorni e giorni, hanno impedito a tanti sostenitori giallorossi di acquistare un tagliando per la sfida in programma domenica 22 settembre presso lo stadio Renato Dall'Ara (fischio d'inizio fissato alle ore 15). Come noto infatti, a partire dall'inizio ufficiale della vendita fissato nella mattinata di sabato scorso, in molti si sono trovati al cospetto di un rifiuto a causa dell'errata interpretazione dell'articolo 8 del discusso Decreto Sicurezza bis.

Nonostante il regolare possesso di una fidelity card (Roma o Away Card), richiesta inizialmente ai soli tifosi romanisti residenti nella Regione Lazio, l'acquisto è stato rigettato a chi in passato ha dovuto scontare una diffida ma non solo. «Ho scritto ieri direttamente all'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive e anche alla Divisione Anticrimine della Questura di Roma per alcuni tifosi romanisti che in passato avevano ricevuto Daspo (regolarmente scontati) e persino per una ragazza che non l'ha mai avuto – l'aggiornamento pubblicato ieri dall'avvocato Lorenzo Contucci – Pensavo che il Bologna, tramite il rivenditore di biglietti Vivaticket, avesse a sua volta un database che magari non era stato aggiornato. Mi hanno risposto con una nota in cui tutte le disfunzioni sono state attribuite al CEN di Napoli (e quindi al Ministero dell'Interno)».

Ieri sera, sul portale del circuito Vivaticket è stata finalmente sbloccata la situazione grazie al dietrofront in merito alla richiesta di presentare una tessera di fidelizzazione, sulla scia della mancata menzione alla sfida da parte dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive riunitosi mercoledì scorso per valutare eventuali profili di rischio. Cambio di programma che ha già consentito e consentirà nelle prossime ore a molti di assicurarsi la presenza sugli spalti del Dall'Ara, rilanciando così la possibilità di assistere ad un tutto esaurito in merito agli oltre 3mila tagliandi a disposizione negli spicchi A e B della Curva Ospiti. Tutti i romanisti interessati all'evento potranno così macinare le prime centinaia di chilometri stagionali, con l'augurio di non assistere più a tali problematiche in occasione delle prossime trasferta di campionato. Biglietti per il settore ospiti che possono così essere acquistati, ovviamente senza dover presentare alcuna tessera di fidelizzazione, presso i soli centri Vivaticket abilitati oppure tramite il sito ufficiale del circuito di vendita al costo di 35 euro più diritti di prevendita. L'obiettivo dei prossimi giorni è quello di assistere ad un nuovo, ennesimo sold-out legato alla trasferta in terra bolognese.

Dopo giornate intere di attesa, biglietti negati e pressioni per risolvere tali problematiche, finalmente è arrivato il dolce via libera. La Roma potrà scendere in campo al Renato Dall'Ara sapendo di poter contare sul sostegno dei suoi romanisti, quelli che non potranno mai fare a meno di lei e di un canto d'amore lungo novanta e più minuti.