Dopo Romoletto, le maglie, le felpe, i pupazzi, i gadget e chissà quanto altro. Tutto griffato Roma e Tokidoki che si legge Simone Legno, artista, designer e molto altro, romano e romanista, una vita tra Tokio, Los Angeles e dove lo porta il business (il cuore è per Roma e la Roma). La presentazione di questa nuova partnership che vuole essere un ponte internazionale, soprattutto direzione Oriente e Stati Uniti, per il marchio (a noi la parola brand piace poco) giallorosso, è andata in scena ieri nel tardo pomeriggio. Location in centro da mostra d'arte, stuzzichini da nouvelle cousine quindi meglio dedicarsi al bar per un aperitivo propedeutico a una cena più ruspante, altro che nouvelle cousine, Simone Legno e il dottor Francesco Calvo per la Roma a fare da padroni di casa, con la partecipazione straordinaria di Smalling e

Florenzi tra flash, bon ton, chiacchiere con un filo di voce, ragazze che si facevano guardare e ne erano felicissime, atmosfera di quelle che uno sa che è soprattutto apparenza. La sostanza, in realtà, è un'altra. E cioè la collaborazione con un marchio iconico nel mondo, collaborazione iniziata già con il nuovo design per la mascotte Romolo. Come ci ha spiegato Simone Legno con tanto di spilletta giallorossa: «Quando il presidente Pallotta e i suoi collaboratori sono venuti nel mio ufficio a Los Angeles, hanno visto che c'era un bandierone giallorosso su una parete. Ne sono rimasti entusiasti. E io di loro. È così cominciata questa collaborazione per la mascotte e adesso con questa partnership che mi rende orgoglioso e felice». A dar retta ai primi oggetti presentati ieri, vi diciamo subito che le maglie (pure le felpe) sono meravigliose. La Roma ci giocherà in occasione della partita all'Olimpico contro l'Atalanta con un'unica variante rispetto a quelle presentate ieri: ovvero il nome del giocatore non sarà colorato come il numero per il semplice fatto che la Lega calcio non ha dato l'autorizzazione. Entro fine mese le maglie si potranno acquistare in tutti i Roma store.

Il dettaglio dei numeri nella maglia di casa e nella maglia da trasferta @LaPresse

Ci sarà anche molto altro, frutto di questa partnership che sembra essere partita con il piede giusto. Per la prima volta Tokidoki ha scelto di abbinare il proprio nome a quello di una squadra di calcio per una collaborazione che si concentrerà sulla creazione di contenuti originali e di merchandising in co-branding. Tokidoki è diventato un brand di culto in tutto il mondo grazie ai suoi personaggi originali emergendo alla ribalta grazie a collaborazioni negli anni con Hello Kitty, Karl Lagerfeld, Barbie, Sephora, Marvel e MLB, la lega statunitense di baseball. La prima collezione di prodotti Roma e Tokidoki è caratterizzata da una statuetta in vinile da collezione di Romolo, uno dei personaggi chiave di questa collaborazione, così come da un cappello in edizione limitata. È stata inoltre creata una linea di abbigliamento per uomo, donna e bambino, e una gamma di borse e accessori.

Il dettaglio del nome con la fantasia Tokidoki

L'inizio di questa collaborazione ha rappresentato il sogno di una vita per il cofondatore e artista di Tokidoki Simone Legno: «Sono cresciuto al Nuovo Salario. E, nonostante sia andato via di casa diciotto anni fa, Roma è simbolo e custode dei miei valori, della mia storia, del mio quartiere e dei miei ricordi. Vivo e respiro Roma e questa collaborazione è la realizzazione di un sogno professionale. Dal punto di vista emotivo significa moltissimo per me, perché so quanto la mia famiglia e i miei amici siano orgogliosi del fatto che io abbia avuto la straordinaria opportunità di dimostrare il mio amore per Roma e di contribuire alla nostra cultura».

Altrettanta soddisfazione è stata manifestata dalla Roma per bocca del responsabile del settore commerciale giallorosso, il dottor Francesco Calvo: «Per la Roma, la partnership con Tokidoki è un esempio della volontà del club di continuare a esplorare aree che vadano oltre i tradizionali confini delle società di calcio, come il lifestyle, la moda e il mondo dell'arte. Questa collaborazione costituisce un'opportunità per interagire con la nostra fanbase in un modo completamente nuovo e rappresenta al tempo stesso la possibilità di far conoscere la Roma a un nuovo pubblico internazionale». Per la Roma e Tokidoki questa partnership non è da considerarsi una collaborazione una tantum. I due partner, infatti, hanno in progetto in futuro di creare nuovi personaggi, nuovi contenuti e nuove collezioni. 

Alessandro Florenzi posa con la sua maglia speciale