Con un gruppo finalmente incrementato nel numero dal ritorno di tutti i nazionali, Fonseca continua a preparare la gara contro il Sassuolo, in programma domenica pomeriggio all'Olimpico. Ieri per la prima volta il portoghese ha potuto contare su tutti gli effettivi, fatta eccezione per i tre infortunati Perotti, Zappacosta e Ünder, che ne avranno ancora per qualche settimana e hanno svolto ancora i rispettivi programmi di lavoro individuale. La seduta è stata divisa in una fase di riscaldamento, seguita da esercizi per la rapidità e da una parte tattica. L'appuntamento a Trigoria è ancora per questa mattina, ultima vera sessione di lavoro prima del match di campionato contro la squadra emiliana.

Poi rifinitura e conferenza del tecnico fissate a domani, vigilia della partita nella quale dovrebbero debuttare in giallorosso i due nuovi acquisti Smalling e Mkhitaryan. Il centrale inglese dovrebbe fare coppia con Fazio, mentre ai loro lati sono confermati Florenzi e Kolarov, anche per l'assenza di Zappacosta e il ritorno in gruppo di Spinazzola da soli due giorni dopo lo stop prolungato per la noia muscolare che gli ha fatto saltare le prime due giornate. Il vero dubbio è in mezzo al campo, dove accanto a Cristante può esordire anche Veretout: in questo caso Zaniolo verrebbe dirottato a destra e Pellegrini dietro a Dzeko, con l'armeno sulla mancina. Altrimenti linea mediana confermata con il numero 7 e l'ex atalantino davanti alla difesa, il talento dell'Under 21 nel consueto ruolo di trequartista centrale libero di svariare e Kluivert a rilevare l'infortunato Cengiz.