Il giorno della verità per Cengiz Ünder sarà oggi. Il turco sarà sottoposto a più dettagliati accertamenti clinici dopo i primi esami sostenuti appena rientrato in Italia, che hanno evidenziato la lesione al bicipite femorale della coscia destra. Lo stop subito nel ritiro della sua nazionale non ha però ancora una prognosi, attesa in giornata. Nel frattempo ieri è tornata al lavoro la squadra sui campi di Trigoria, dopo i due giorni di riposo concessi da Fonseca. Perotti, Zappacosta e lo stesso Ünder si sono dedicati a sedute di terapie, mentre passi avanti sono stati compiuti dall'altro lungodegente Spinazzola, che ha svolto lavoro individuale e sembra sempre più pronto al rientro in campo. L'ex juventino mira alla convocazione per la gara contro il Sassuolo, in programma domenica prossima all'Olimpico.

Fonseca deve ancora fare a meno di diversi calciatori impegnati con le rispettive nazionali. Ieri sono rientrati gli italiani della Nazionale maggiore Pellegrini, Florenzi e Mancini, reduci dalle vittorie contro Andorra e Finlandia, mentre oggi sarà il turno di Dzeko, Mkhitaryan e Pau Lopez: il bosniaco e l'armeno si sono incrociati nelle qualificazioni di Euro2020 andando entrambi a segno, mentre lo spagnolo non è mai sceso in campo. Domani tornano Fuzato, impegnato con il Brasile Olimpico, e Kluivert, inizialmente convocato dall'Olanda Under 21 e poi aggregato in nazionale maggiore. Da giovedì il tecnico portoghese potrà riavere il gruppo al completo con i rientri di Zaniolo dall'Under 21, Kolarov e l'altro turco Cetin. Intanto continua a far discutere il decreto sicurezza: per protesta nei confronti delle misure più dure alcuni tifosi sono pronti a disertare le prossime trasferte della Roma, a partire da quella di Bologna.