Gianluca Mancini, nuovo difensore della Roma, ha rilasciato alcune dichiazioni ai microfoni di Roma TV in merito alla sua passata stagione, alla sua storia calcistica e al fatto di aver firmato per un club come quello giallorosso. Queste le sue parole.

Sei gol nella stagione 2018/2019: "Sei gol sono importanti perché quando un difensore segna dà una mano alla squadra. Come ho detto tante volte il ruolo del difensore è cercare di non prenderli, magari i gol dell'anno scorso sono stati frutto di un gioco diverso, giocando a tre con mister Gasperini, però l'andare a prendere l'uomo alto, pressarlo, l'esplosività sono cose che sento mie e che devo migliorare come tante altre cose".

Due le presenze in Nazionale: "La Nazionale è una cosa molto bella a cui ogni giocatore italiano vuole arrivare. Io ho avuto la fortuna di essere stato convocato e anche di giocare ed è anche un motivo in più per fare bene con la maglia della Roma e conquistarmi la Nazionale".

Le due squadre nel suo passato: "Ho iniziato alla Fiorentina dai pulcini, ho fatto dai 9 ai 19 anni. Sono stato in Prima Squadra senza mai esordire, poi ho fatto due anni di Perugia dove ho fatto l'esordio tra i professionisti e poi l'Atalanta mi acquistò. Ho fatto due anni lì e ora sono alla Roma".

Hai firmato cinque anni di contratto: "Essere un giocatore della Roma è un motivo di orgoglio. Ripaga tutti i sacrifici che ho fatto da quando ho iniziato a giocare a calcio e arrivare in questa società prestigiosa mi rende un uomo felice".