Daniele De Rossi non ha ancora deciso con certezza il suo futuro, ma tutto fa credere che l'ex Capitano della Roma andrà a concludere la sua carriera in California. Non nella franchigia più cool del soccer americano, quei Galaxy che in passato hanno steso il tappeto rosso a Beckam e signora, ma nei Los Angeles Fc, squadra allenata dal papà di quel Bradley che qualche anno fa è stato compagno di De Rossi alla Roma. La scelta non è ancora definitiva, ma solo perché prima dell'inizio del prossimo mese Daniele ha fatto sapere che non ufficializzerà il suo futuro. Anche perché la voglia di un'esperienza al Boca c'è sempre e finora è stata tenuta a freno dal desiderio della moglie Sarah che non ha troppa voglia di un trasferimento in Sudamerica per soli sei mesi, per poi rifare le valigie in direzione California.

Sarebbe questa la soluzione preferita dall'ex Capitano, soprattutto perché gli consentirebbe di non rimanere fermo per sei mesi. Subito infatti non si può trasferire al Los Angeles Fc per una questione di tetto salariale, e lì sono attenti a queste cose, altro che la barzelletta del fair play finanziario. Il suo trasferimento sarebbe possibile all'inizio del prossimo anno per la preparazione in vista del nuovo campionato. E a De Rossi questi sei mesi da spettatore non è che piacciano troppo, preferirebbe tornare in campo come ha sempre fatto, cioè a luglio. Chissà se di queste problematiche ne ha parlato a Londra con Pallotta e i dirigenti giallorossi che martedì sera hanno cenato nello stesso ristorante del sedici. A noi sembra difficile credere che non ci sia stato neppure un saluto e un brindisi. Vedrete che il tempo ci dirà la verità.