Alessandro Florenzi ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Sky Sport. Ecco un'anticipazione delle sue parole: 

Sulla Champions dello scorso anno.
"Forse il momento più emozionante della scorsa stagione sono state le partite in casa contro Barcellona e Liverpool. La vittoria con i Blaugrana è stata un'emozione. Speriamo di tornare a giocare queste partite al più presto. Lo scorso anno abbiamo fatto una grande stagione, l'exploit in Champions è stato sotto gli occhi di tutti, cercheremo sicuramente di fare meglio il prossimo anno". 

Su Roma-Juventus.
"Credo che sia se non l'ultima speranza, quasi perché mancano poche partite alla fine della stagione. Roma-Juventus è una partita speciale, sappiamo quanto vale per questa città, ma valgono soprattutto i tre punti, dobbiamo inseguirli in tutto e per tutto". 

Sulla Juventus. 
"Ci sono più aspetti che portano la Juventus più avanti di noi, dobbiamo mettere un punto e ripartire. Questa, delle ultime sei stagioni, è stata le peggiore. I punti li abbiamo persi a metà del campionato quando avevamo le vittorie in tasca, potevamo fare meglio nelle ultime partite, il rammarico è sicuramente quello".

Su Cristiano Ronaldo.
"Vedo nei suoi atteggiamenti la voglia di dimostrare sempre di essere il migliore, punta sempre al meglio". 

Sul confronto tra MessI e Ronaldo.
"Li potrei paragonare a Lebron James e Stephen Curry oppure a Federer e Nadal. Sono due giocatori differenti: uno è frutto del lavoro e costanza, l'altro è un dono del signore. Fanno cose che gli riescono alla perfezione".

Lo stadio?
"Questa domanda è stata fatta più volte a Totti. Se continuo così faccio la fine di Francesco che nel nuovo stadio non ci ha mai giocato. Questa società e questi tifosi hanno il diritto ad un'impianto di proprietà dove poter sostenere la propria fede".