Claudio Ranieri ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine di Genoa-Roma. Di seguito le sue parole. 

Sky Sport

Vi è mancata la capacità di gestire il vantaggio.
"Si, loro non hanno mollato mai, è stata una partita difficile, peccato esserci fatti sorprendere su calcio d'angolo, avevamo portato a casa la vittoria".

Com'è possibile che una squadra di giganti abbia fatto segnare un giocatore non altissimo come Romero?
"Romero è già al quarto gol segnato in queste situazioni, Schick lo stava coprendo ma poi è saltato. Peccato, i tre punti ci servivano, però non molliamo".

Sulla partita.
"Sapevamo che sarebbero ripartiti in contropiede, sfruttando la velocità e i calci piazzati, è un peccato. Menomale che Mirante ha parato il calcio di rigore".

Quanto sarebbe dura non ottenere la qualificazione in Champions?
"E'dura, siamo riusciti a risollevare una situazione problematica, siamo in corsa, lotteremo fino in fondo e all'ultimo chi avrà fatto più punti entrerà in Champions".

Quota Champions a quanti punti?
"Non lo so, speriamo di rientrarci".

Roma TV

Le è piaciuta la prestazione?
Sapevamo che avremmo trovato un fortino, dovevamo far girare palla meglio e affondare sugli esterni. Qualche volta ci siamo riusciti ma dovevamo fare un pochi no di più. Eravamo riuscita a fare gol contro una squadra che sapeva si sarebbe chiusa in contropiede e ci eravamo riusciti. Peccato perché a far gol all'ottanduesimo... ci speravo. Alla fine bisogna accettare il risultato, alla fine potevamo perdere con quel rigore. Magari questo punto ci permette di agganciare la Champions, volevamo fare 12 punti ma non è possibile. Adesso fino alla fine facciamo 9 punti, crediamoci fino alla fine e speriamo in quello che succede. 

Un gol subito nel finale fa male, ora come si ricaricano le pile?
Non dobbiamo aver rimpianti, non sappiamo quello che succede nelle prossime partite. Oggi abbiamo tentato di fare il massimo, oggi sono stati bravi loro. Romero lo aveva schermato ma all'ultimo è riuscito a liberarsi, complimenti a loro ma non dobbiamo mollare.

Adesso cosa serve alla squadra?
Convincersi che nulla è perduto e tentarci fino in fondo. Se pensi che non riesci e non lotti, se poi vedi che le altre perdono punti e non arrivi allora recrimini. Ma noi dobbiamo lottare fino in fondo.

Il risultato dell'Atalanta ha influito?
Lo sappiamo che l'Atalanta sta attraversando un periodo magnifico. A me non interessa mai quello che fanno gli avversari, mi auguro che anche i miei giocatori la pensino così.

De Rossi come sta?
Da martedì rientrerà in gruppo e valuterò, vediamo un po' come stanno.