È iniziata alle ore 10 di ieri la vendita per il settore ospiti di Marassi dove, domenica alle ore 18, la Roma farà visita al Genoa per rilanciare l'assalto al quarto posto attualmente occupato dall'Atalanta.

Una trasferta per la quale, come annunciato nei giorni scorsi, sono a disposizione i tagliandi dello spicchio compreso tra Tribuna e Gradinata Sud (settori PL6, TL6 e OL6) senza l'obbligo di presentare al momento dell'acquisto una tessera di fidelizzazione (Roma Card, Club Privilege e Away Card).

Biglietti che possono essere ottenuti tramite il sito del circuito Sport - Ticketone o nei punti vendita abilitati, al prezzo di 35 euro (più diritti di commissione) con riduzione a 20 euro per gli Under 16. Una vendita destinata a terminare come imposto da regolamento alle ore 19 del giorno antecedente il fischio d'inizio, con tantissimi romanisti che si sono già assicurati l'accesso sugli spalti di Marassi e altri ancora che proveranno nel corso dei prossimi giorni a far registrare un nuovo sold-out stagionale seguendo la Roma.

La tifoseria romanista attende così con impazienza di mettersi in viaggio verso Genova, per portare in Liguria i colori giallorossi e occupare lo spicchio dedicato duellando a colpi di voce con la tifoseria di casa. Ed è proprio la Gradinata Nord l'oggetto delle attenzioni della stampa genovese, ripensando alle recenti proteste che hanno portato il cuore pulsante del tifo a disertare il match interno contro il Torino quanto la trasferta del Paolo Mazza con la Spal.

La contestazione nei confronti della presidenza Preziosi sarà la tematica dell'assemblea che, nella serata di domani, riunirà la tifoseria del Genoa per valutare nuove forme o ripetere le modalità di una protesta che ha svuotato la Gradinata Nord in larga parte nell'ultimo impegno casalingo.