Ranieri punta al pokerissimo. Nei dieci giorni che ancora separano la Roma dal prossimo impegno in campionato con il Napoli, l'obiettivo - non dichiarato - consiste nel recuperare i cinque infortunati. Ovvero Manolas, De Rossi, Pellegrini, Pastore e Ünder. Al gruppo, che si sta dividendo a Trigoria fra campo, palestra e terapie, va aggiunto Kolarov, attualmente in ritiro con la Serbia. Anche per lui, come per Manolas con la Grecia, la Roma ha fornito le cartelle cliniche del giocatore, reduce da un'infiammazione a una cicatrice che lo ha costretto a disertare la gara contro la Spal.

Sulla disponibilità del numero 11 giallorosso se ne saprà di più oggi, quando i medici della nazionale serba decideranno se l'esterno è pronto per disputare la prossima gara della sua selezione (in programma lunedì prossimo a Lisbona contro il Portogallo, sfida valida per le qualificazioni al prossimo Europeo) o se può rientrare in Italia in anticipo rispetto alla data prevista in un primo momento, cioè il 26. Nella prima ipotesi, Aleksandar sarà comunque a Trigoria un giorno prima rispetto a tutti gli altri compagni convocati dalle rispettive nazionali, il cui rientro a Roma è fissato per mercoledì prossimo.
Intanto ieri sono rientrati ad allenarsi a Trigoria tutti gli altri componenti della rosa, ai quali Ranieri aveva concesso tre giorni di riposo.

Oltre agli uomini già a disposizione del tecnico, all'interno del "Fulvio Bernardini" c'erano anche gli altri cinque reduci da problemi fisici. Manolas è stato "liberato" due giorni fa dalla Grecia e si è messo al lavoro già da martedì per recuperare dal problema al polpaccio che lo ha tenuto fermo nelle ultime settimane. E gli stessi De Rossi e Pellegrini, usciti malconci dalla trasferta di Oporto, stanno seguendo un programma personalizzato che potrebbe farli rientrare in gruppo prima della fine della sosta.

Chi si è invece rivisto ieri in campo - anche se ancora per una seduta individuale - è Ünder, che ha condiviso una foto dell'allenamento mattutino sul suo profilo Instagram, accompagnata da un eloquente messaggio: «Tornato in pista». Il turco è assente fin dai primissimi minuti della gara di campionato contro il Torino del 19 gennaio scorso, quando è stato bloccato da un problema muscolare che lo ha tenuto ai margini nei due mesi decisivi della stagione. Ora però il rientro - toccando ferro - sembra davvero prossimo.