Questa è la foto dello striscione per Federico Aldrovandi che steward e polizia penitenziaria hanno sequestrato ieri nei pressi del bagno all'interno dello stadio di Ferrara, in occasione di Spal-Roma. Lo striscione realizzato dai tifosi della Roma recitava: «Con Patrizia e Lino... Per Federico!».

Quello del Mazza è solo l'ultimo episodio di numerosi casi simili che negli anni hanno impedito a molti tifosi di tutte le squadre di omaggiare la memoria del ragazzo ucciso nel 2005 a Ferrara nel corso di un controllo di polizia. A ottobre scorso ai tifosi spallini fu impedito di entrare all'Olimpico con delle magliette raffiguranti il suo volto, mentre nella stessa occasione un tifoso romanista fu multato per aver esposto uno stendardo dello stesso tipo.

Lo stesso stendardo che ieri era presente al Mazza e per il quale il padre di Federico, Lino, ha ringraziato pubblicamente i tifosi sui social: «Ci sono cose che riempiono il cuore, al di là di ogni rivalità, ed il risultato è secondario. Quei cuori hanno già vinto. Grazie». Tra le foto condivise da Lino Aldrovandi, anche quella che rappresenta una sciarpa giallorossa sulla targa dedicata al ragazzo ucciso, lasciata da alcuni tifosi romanisti che così hanno voluto ricordare il ragazzo tifoso della Spal.

Lino Aldrovandi: "Il volto di mio figlio unisce i tifosi d'Italia"