Il dono

Una lupa in Giappone: il dono della Roma al presidente dei Marinos

Il gradito gesto nell’incontro tra le due dirigenze in occasione della partita a Tokyo del 28. Il tutto è avvenuto sotto gli occhi dei tifosi presenti

Il Ceo Berardi col presidente dello Yokohama

Il Ceo Berardi col presidente dello Yokohama (GETTY IMAGES)

Matteo Vitale
30 Novembre 2022 - 13:00

Non ci sarà stato lo stesso clima familiare visto nei vari incontri tra la dirigenza romanista e quella del Nagoya, club con cui la Roma ha siglato una partnership strategica, ma un incontro formale tra il board giallorosso e quello dello Yokohama F. Marinos c’è stato. Non è stato pubblicizzato dai rispettivi account social dei due club, ma prima del fischio d’inizio del match del 28 il Ceo della Roma Pietro Berardi ha incontrato, sulla pista dello Stadio Olimpico di Tokyo, il presidente dei Marinos, Ryōji Kurosawa. Il dirigente del club di Trigoria ha regalato al numero uno della squadra di Yokohama, classe 1956, che riveste il ruolo di numero uno del club dal 1 febbraio 2018 una riproduzione della Lupa capitolina all’interno di un cofanetto giallorosso con sopra il logo del club. Il gesto è stato particolarmente gradito da Kurosawa in primis, ma anche dal resto della dirigenza del club giapponese: lo Yokohama ha apprezzato il dono inaspettato e il pensiero della dirigenza romanista. Il tutto è avvenuto sotto gli occhi dei tifosi presenti all’interno dello stadio, mentre in sottofondo venivano riprodotte le canzoni che generalmente accompagnano i prepartita della Roma nelle gare casalinghe. 

Se quello tra Berardi e Kurosawa è stato l’incontro formale tra le due dirigenze, prima del fischio d’inizio ci sono stati diversi siparietti per i tifosi presenti, con Romolo che è stato grande protagonista. La mascotte giallorossa, che durante la tournée giapponese del club ha attirato l’attenzione dei tifosi giapponesi sia in campo sia fuori, ha salutato i tifosi in diverse passerelle e, soprattutto, ha posato in diversi scatti con le mascotte dello Yokohama, che sono tre: Marin, Marinosuke e Marinos-kun. Il gabbiano, simbolo della squadra allenata da Muscat, rappresenta il mare, a cui la città è fortemente legata, e il viaggio, a simboleggiare la diffusione del nome e della storia del club nel mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags: