Le parole

Nagoya, Hasegawa: "La partnership con la Roma potrà esserci utile"

L'allenatore giapponese intervistato da Il Romanista nel post-partita: "Matic è un giocatore straordinario, loro sono molto bravi a tenere la palla"

Kenta Hasegawa, allenatore del Nagoya Grampus

Kenta Hasegawa, allenatore del Nagoya Grampus (Getty Images)

La Redazione
25 Novembre 2022 - 20:37

Kenta Hasegawa, allenatore del Nagoya Crampus, ha parlato dopo la partita di oggi ai cronisti presenti, c'era Norikazu Sato, corrispondente de Il Romanista, che ha realizzato questa intervista

"Nel primo tempo entrambe le squadre hanno giocato con un po' meno aggressività, studiando l'avversario. Nel secondo tempo, invece le due squadre hanno cominciato più aggressive e la partita è stata aperta, anche per gli spettatori la partita è diventata più spettacolare e divertente rispetto al primo tempo. Nel primo è stata un po' una noiosa, ma nel secondo gli sviluppi della gara sono cambiati intensamente. Nonostante faccia freddo, gli spettatori sono venuti a vedere la partita. Entrambe le due squadre hanno avuto tante occasioni, ma soprattutto negli ultimi 5 minuti credo che abbiamo costruito belle chance con giovani giocatori, siamo riusciti a concludere bene la partita".

Nel primo tempo credo che trovando gli spazi e giocando palla a terra il Nagoya abbia potuto giocare bene. Anche lei pensa così?
"Ci sono state le situazione in cui ogni tanto abbiamo perso la palla, ma credo che abbiamo potuto dimostrare una buona partita. Questa cosa è stata migliore nella gara, però come oggi non siamo riusciti ad attaccare da entrambi i lati. Per la prossima stagione dobbiamo migliorare questa cosa da quando cominceremo il ritiro".

Con Mourinho ha parlato?
"Ci siamo soltanto scambiati i saluti. Mi è sembrato una persona molto educata".

Negli ultimi tempi avete permesso gli attacchi alle avversarie ben messe particolarmente nel centrocampo, per la prossima stagione come potete approfittare bene dell'esperienza di questi errori?
"Per i giovani, se sei un giocatore di un nazionale under, potrai avere l'occasione di giocare contro una squadra della portata della Roma, altrimenti non ce la farai. I giocatori a cui manca l'esperienza non sapevano giocare contro giocatori di questo calibro o che hanno una maniera di tenere la palla diversa dai giocatori giapponesi. Ci sono stati giocatori che hanno disputato solo pochi minuti, ma mi aspetto che possano crescere bene con questa esperienza.

A quale giocatore ha avuto una buna impressione?
"Matić. Questa senza dubbio. È stato straordinario. Anche i giocatori mi hanno detto che il serbo è terribile, non possiamo rubare la palla facilmente, a tenere la palla sono molto bravi, è un giocatore di altro livello". 

Avete stipulato il contratto di Partnership con la Roma. Concretamente cosa farete con loro?
"Anch'io l'ho saputo ieri. Non so bene, ma potremo avere i consigli da mister Mourinho e le informazioni dettagliate dei campionati europei. Perché per le società della J league non è facile ottenerle. Dato che il Yokohama Marinos è affilato alla Manchester City, non è difficile per loro ottenere le informazioni dell'Europa. Con la collaborazione della Roma possiamo scambiare le informazioni. Per noi del Nagoya la partnership potrà essere utile".

© RIPRODUZIONE RISERVATA