Europa League

Dybala: "Ci dispiace per le opportunità sprecate"

La Joya dopo la sconfitta contro il Betis: "Non siamo stati bravi a seguire il pressing che ci aveva chiesto il mister. Con Mourinho parlo spesso, ci confrontiamo tanto"

Paulo Dybala contro il Betis

Paulo Dybala contro il Betis (GETTY IMAGES)

La Redazione
07 Ottobre 2022 - 00:06

Paulo Dybala ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport dopo la sfida contro il Betis. Queste le parole dell'attaccante argentino.

La tua analisi della partita?
"Vedendo la partita loro tecnicamente sono bravi, per uscire per giocare, Canales si muove per tutto il campo ed era difficile pressarlo. Non siamo stati bravi a seguire il pressing che il mister ci aveva chiesto. Dispiace per il risultato"

Il tiro al volo?
"Anche dal campo mi sembrava gol, poi il portiere è stato bravo..."

Ti stai integrando bene nella squadra? Dovete imparare a gestire meglio i momenti?
"Il mister ed i miei compagni mi hanno aiutato ad integrarmi, a capire il mondo della Roma. Ci sono stati momenti in cui dovevamo gestire meglio le situazioni, la palla. Dovevamo cercare di palleggiare di più. Molte volte capita durante le partite, correggeremo questo.".

Che mesi sono stati per te?
"Prima di tutto, come mi hanno accolto anche fuori dal campo. Mi hanno fatto sentire benvoluto. Ho fatto un bel ritiro, come non facevo da tanto tempo. Mi ha aiutato a stare bene. La continuità mi fa fare quello che chiede il mister".

Quale è la differenza tra Mou e Allegri?
"Con Mourinho parliamo più spesso, ci confrontiamo tanto. Dentro al campo, sono simili: lavorano tanto. Sono due mondi diversi, però sono simili. Il confronto con Allegri non mi è mancato. In alcune cose non andavamo d’accordo. Quello che conta è il campo, dare il meglio per la squadra, per la società. Cercavamo di dare il meglio per la Juventus, che è la cosa più importante. Non è una polemica. Sono cose di cui parlavamo. Non voglio che si faccia polemica. Allegri è stato uno degli allenatori che mi ha dato di più".

Messi ha detto che sarà il suo ultimo Mondiale.
"Credo che il Mondiale sia la competizione più bella al mondo. Per lui, sapere che potrebbe essere l’ultima occasione per vincere, sarà ansioso. Dobbiamo arrivare bene, ci saranno tante squadre".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags: