Qui Trigoria

Destinazione San Siro: oggi la ripresa, fari puntati su Pellegrini

Il Capitano deve recuperare dal problema al flessore e punta l’Inter, contro cui può tornare in mediana. Rientreranno anche El Shaarawy e Kumbulla

Lorenzo Pellegrini

Lorenzo Pellegrini (As Roma via Getty Images)

26 Settembre 2022 - 08:00

San Siro, il big match con l’Inter, la classifica da rimettere in sesto dopo l’immeritato ko contro l’Atalanta. Di motivi per spingere a mille in questa settimana ce ne sono in quantità per tutti. Per Lorenzo Pellegrini si aggiunge la consueta assunzione di responsabilità propria di ogni Capitano (un po’ di più per quelli che col giallorosso addosso ci sono nati) e la ferma volontà di ritrovare una condizione fisica più vicina a quella della scorsa stagione che allo scampolo iniziale di quella in corso. Ha sempre stretto i denti il numero 7, anche in passato quando farlo gli è costato caro (la rinuncia all’Europeo pur di disputare un derby in condizioni non ottimali); figurarsi ora, che di questa squadra è leader riconosciuto e non soltanto per la fascia sul braccio. Anche nella sfida che ha opposto la Roma agli uomini di Gasperini ha giocato nonostante la noia al flessore che lo ha fatto rientrare a Trigoria dalla convocazione azzurra. Troppo importante esserci, troppe assenze in squadre per marcare visita. La sua prestazione non è stata memorabile, ma Pelle non si è certo sottratto alle proprie responsabilità, mettendo in fila l’en plein di presenze: nove in altrettante gare disputate finora. La decima arriverà nella delicata partita di sabato prossimo al Meazza. Nei giorni scorsi Lorenzo ha lavorato a parte per recuperare a pieno regime dal problema muscolare, poi si è concesso qualche ora di riposo come il resto dei compagni e da oggi si torna tutti a fare sul serio, con la ripresa degli allenamenti.

Questa settimana sarà decisiva anche per valutare i recuperi degli infortunati di medio corso, El Shaarawy e Kumbulla, che dovrebbero tornare a disposizione proprio per la trasferta di Milano. Per il momento Mourinho sarà costretto a lavorare con una rosa ancora a ranghi ridotti: tornerà nella Capitale fra mercoledì e giovedì la maggior parte dei giocatori impegnati con le rispettive selezioni. E ovviamente le attenzioni sono e saranno focalizzate su Dybala, assente nell’ultimo turno, escluso da Scaloni nella prima gara dell’Argentina, ma probabilmente destinato all’utilizzo (sia pure parziale) nella prossima. Se come ci si augura la Joya sarà in grado di affrontare l’Inter, Pellegrini tornerà a centrocampo, accanto a uno fra Matic e Cristante, lasciando l’attacco al tridente composto dall’argentino, Zaniolo e Abraham. E a proposito di assenze che pesano e di reparto nevralgico, Wijnaldum prosegue nel proprio programma di recupero, sia pure ancora munito di tutore e stampelle. Nella prima metà di ottobre si sottoporrà a un nuovo controllo. «C’è ancora tanta strada da fare, serve pazienza e procedere passo dopo passo», il messaggio social lanciato ieri dall’olandese

© RIPRODUZIONE RISERVATA