Qui Trigoria

El Shaarawy punta l'Inter. Lavoro extra anche per Kumbulla

Mou li vuole a San Siro contro Inzaghi. Si sono allenati anche Spinazzola, Camara, Belotti e Zaniolo, tutti alla ricerca della forma migliore

El Shaarawy contro la Cremonese

El Shaarawy contro la Cremonese (GETTY IMAGES)

Matteo Vitale
24 Settembre 2022 - 09:49

Aspettando il Faraone. Sembra il titolo di uno dei libri di Christian Jacq, ma in realtà è uno dei pensieri fissi del tecnico giallorosso in questi giorni che portano al match contro l’Inter. Si giocherà proprio a San Siro, lo stadio nel quale Stephan El Shaarawy, uno dei grandi assenti di casa Roma, è diventato grande. Sponda Milan, però, con cui ha collezionato 23 gol e 12 assist in 95 partite. L’esterno è ormai diventato un “veterano” di Trigoria: è la sua settima stagione all’ombra del Colosseo, nonostante un breve intervallo. In questo inizio di campionato il Faraone aveva dimostrato di essere tra i più in forma, entrando sempre in campo con l’intensità giusta, ma contro il Monza è arrivato un infortunio muscolare che lo ha costretto a saltare tutte le gare successive. Da allora ha iniziato a lavorare a Trigoria per recuperare proprio in tempo per il termine della sosta per nazionali, pronto a riprendere esattamente da dove aveva lasciato: lui è l’unica vera alternativa a Zaniolo, Dybala e Pellegrini per la trequarti giallorossa. Mourinho ha bisogno di lui e non vede l’ora di poter di nuovo contare sul numero 92. 

Esattamente nella stessa situazione del Faraone c’è Marash Kumbulla, out proprio dal match contro la squadra lombarda,in quel momento allenata da Stroppa. Il difensore albanese è l’unico giocatore in grado di dare un cambio ai tre big del reparto difensivo, ovvero Mancini, Smalling e il neo convocato in Seleçao Roger Ibañez. Anche lui dovrebbe tornare in gruppo nei prossimi giorni, con la gara di Milano contro l’Inter nel mirino: anche per lui quello di San Siro è uno stadio particolare, visto che in quella porta ha segnato uno dei suoi due gol in Serie A, durante un 3-3 contro il Milan. Per lui questo inizio di campionato è stato piuttosto sfortunato e frustrante: soltanto 16’ di gioco, con l’infortunio arrivato proprio nel suo primo match dal primo minuto. Vuole riscattarsi e lo Special One lo aspetta conta di averlo contro la squadra di Inzaghi.

Al lavoro a Trigoria 

Ieri, intanto, alcuni giocatori sono scesi in campo nonostante i giorni liberi. Si sono allenati i vari infortunati (tra cui El Shaarawy e l’ex Verona), ma anche Spinazzola, Zaniolo, Belotti e Camara, giocatori che per un motivo o per un altro vogliono approfittare di questi giorni per tornare al miglior livello possibile. Il numero 37 è rimasto nella Capitale per ritrovare la miglior condizione fisica, l’ex Toro e l’ex Olympiacos stanno lavorando sodo per recuperare il tempo “perso” durante il mercato. Il numero 22, reduce da un infortunio alla spalla, ha detto anche in conferenza stampa di voler lavorare più degli altri proprio per i vari problemi fisici accusati in passato. Tutti giocatori importanti per Mourinho in campo per del lavoro extra per aiutare la squadra giallorossa a ripartire con un altro ritmo dopo la sosta. Il miglior segnale possibile per il tecnico portoghese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags: