Dopo il mercato

Non solo il contratto di Zaniolo nell'agenda di Pinto: la questione rinnovi

Per il 22 già avviati i contatti. Opzioni di rinnovo automatico per Matic, Belotti, Smalling ed El Shaarawy. 3 da affrontare ancora: Cristante, Spinazzola e Zalewski

Nicolò Zaniolo

Nicolò Zaniolo (As Roma via Getty Images)

07 Settembre 2022 - 09:25

Quando si parla della questione dei rinnovi contrattuali in casa Roma, di fatto si discute solo di Zaniolo. C’è da capirlo, ci mancherebbe. Il ventidue è in scadenza il trenta giugno del duemilaventiquattro, ha ancora solo ventitrè anni, è già qualcosa più di un prospetto di possibile campione, anche un profano può capire come l’esigenza primaria di Pinto non possa che essere il ragazzo che durante il recente mercato estivo è stato dato in partenza, di volta in volta, verso Juve, Milan, Napoli, Tottenham. I contatti con la controparte, il procuratore Claudio Vigorelli, di fatto sono stati già avviati quando il mercato estivo era ancora aperto. Stanno continuando pure in questi giorni. Presto, probabilmente nei primi giorni della prossima settimana, il contatto comincerà a essere un po’ più approfondito, cominciando a parlare di numeri, intesi come ingaggio annale, possibile, eventuale, clausola di rescisssione (Ibanez per dire ne ha una da ottanta milioni), nuova scadenza del contratto che, nelle intenzioni della Roma, dovrebbe prolungarsi fino al giugno del duemilaventisette. 

Al di là di facili ottimismi supportati dal ritrovato sorriso romanista del ragazzo e da un feeling con l’ambiente tornato ai livelli delle sue prime apparizioni con la maglia giallorossa, non sarà una passeggiata di salute trovare il nuovo accordo con il ventidue. L’attuale contratto al giocatore garantisce uno stipendio annuale di circa due milioni e mezzo netti più una serie di bonus. Considerati i recenti prolungamenti, tipo quello di Mancini che ora prende oltre tre milioni netti ogni dodici mesi, è più che prevedibile che la richiesta di Vigorelli non sarà inferiore ai quattro milioni netti (che poi erano i soldi che la Juve aveva fatto capire di essere pronta a dare per cinque anni). La Roma, altrettanto probabilmente, partirà da un’offerta di tre milioni più bonus abbastanza facili per arrivare a tre e mezzo. Su queste basi si comincerà a trattare avendo come obiettivo, soprattutto da parte della Roma, di riuscire a chiudere fine anno.

Ma, come dicevamo, per Pinto ci saranno altri rinnovi contrattuali da affrontare. Alcuni per la verità si decideranno da soli. Nel senso che sono previste clausole che prolungheranno automaticamente i contratti in corso. Per esempio per Chris Smalling che quando raggiungerà le venti presenze stagionali vedrà il suo accordo con la Roma prolungarsi fino al giugno del duemilaventiquattro. Stesso discorso di clausole automatiche vale per Nemanja Matic e Andrea Belotti. Per il serbo, attualmente in scadenza il prossimo trenta giugno, ci sarà il rinnovo automatico quando toccherà il cinquanta per cento delle presenze (valgono anche quelle di pochi minuti).

Pure per il Gallo il rinnovo sarà praticamente automatico visto che si brinderà quando toccherà le ventuno presenze e pure qui senza un minimo di minutaggio. Ultima opzione in corso è quella relativa a El Shaarawy, opzione che per quello che ci risulta dipende dalla società, ovvero saranno i Fiedkin a decidere (considerando i sei milioni e mezzo di euro lordi che prende il giocatore, al momento pare difficile il rinnovo, considerando anche che a gennaio al novantanove per cento a Trigoria sarà presentato Solbakken).

Infine ci sono gli altri  rinnovi veri e propri da affrontare. Riguardano tre giocatori soprattutto. Cristante e Spinazzola in scadenza nel giugno del 2024, Zalewski il cui accordo con la Roma è fino al 2025. Per Bryan qualche passo è stato già fatto: gli ottimi rapporti con il procuratore, Beppe Riso che ha partecipato attivamente pure all’arrivo di Matic a Trigoria, è più che probabile un prolungamento a oltre due milioni e mezzo. Per Spinazzola, invece, si dovrà prendere una decisione. Legata in qualche maniera al rinnovo di Zalewski. Il contratto del polacco si farà a cifre ovviamente superiori al mezzo milione di euro che prende attualmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA