Le trattative

Mercato Roma: dallo scambio Veretout-Aouar alla telenovela Çelik

Aspettando Frattesi e il terzino turco, offerto Jordan al Lione per il centrocampista franco-algerino, il club francese però vuole solo cash

Jordan Veretout in allenamento a Trigoria (As Roma via Getty Images)

Jordan Veretout in allenamento a Trigoria (As Roma via Getty Images)

27 Giugno 2022 - 05:00

Un poeta romanista, anni fa, ci ha spiegato che un calciatore si vede dall'altruismo, il coraggio e la fantasia. Traslando nel mercato, bisogna cancellare l'altruismo, ma il resto rimane verissimo. Soprattutto quando alle spalle di un direttore sportivo, non c'è un emiro con un portafoglio che se cade fa il buco. Come è, in attesa di monetizzare con le cessioni, la situazione di Pinto in questo momento. Il ds ha l'esigenza di garantire un altro paio di centrocampisti a Mou, possibilmente uno per l'inizio della preparazione precampionato. Aspettando Frattesi, per il quale sta lavorando con il Sassuolo il suo procuratore Beppe Riso, a Trigoria è tornato d'attualità il nome di Houssem Aouar, il franco-algerino del Lione, in scadenza tra dodici mesi e una grande voglia di andare via. Pinto ha già parlato con il procuratore del giocatore (la fortissima agenzia Icm Stellar Sports), prendendo atto della disponibilità del ragazzo. Non altrettanto, ma per un fatto economico, è stato riscontrato con il Lione che per il suo giocatore che, ripetiamo, andrà in scadenza il trenta giugno del prossimo giugno, ha ribadito di volere venticinque milioni. Un'esagerazione, dicono a Trigoria, per un centrocampista che tra sei mesi potrà firmare con a parametro zero. La Roma valuta Aouar almeno dieci milioni di meno di quelli richiesti. Ovvero il tot che Pinto ha chiesto a quei club (per esempio Marsiglia e Monaco) che si sono presentati per chiedere il cartellino di Jordan. E allora, sulla base di queste valutazioni che è giusto sottolineare sono tutte romaniste, al Lione è stato proposto uno scambio alla pari: io do un Veretout a te, tu dai a me un Aouar. Pare, però, che al momento non abbia fatto breccia nella dirigenza del Lione che per il suo giocatore in ogni caso vuole cash.

A proposito di centrocampisti, c'è da aggiornare la situazione Sergio Oliveira. Il portoghese che ha vestito il giallorosso nella seconda parte della stagione che si è conclusa con il trionfo in Conference (è vero c'entra poco, ma a noi fa sempre un grande piacere ricordarlo). Sergio è rientrato al Porto, peraltro non con poca voglia, sperando di poter riandare via a breve giro di posta. Preferibilmente ancora alla Roma. Che, dopo aver fatto sapere al club portoghese che non era intenzionata a esercitare il diritto di riscatto fissato a tredici milioni, al Porto ha già chiesto la possibilità di rinnovare il prestito (stavolta a due milioni visto che sarebbe per tutta la stagione) con un conseguente diritto di riscatto. I portoghesi inizialmente hanno risposto che non se ne sarebbe fatto niente. Ma adesso, dopo aver incassato quaranta milioni per Fabio Viera ceduto all'Arsenal, sembrano disposti a riprendere in considerazione l'ipotesi del prestito anche se chiedono un obbligo di riscatto più del diritto. La situazione, al momento, è in stand by, anche perché la Roma vuole verificare tutte le altre situazioni che ha in ballo prima di tornare su Oliveira che, comunque, Mourinho ci ha fatto sapere se lo riprenderebbe molto volentieri.

Aggiornamento su Celik, il turco del Lille che da giorni è dato a un passo dal trasferimento alla Roma, ma quel giorno continua a essere domani. Come abbiamo detto già più volte, l'esterno ha scelto la Roma con tanto di accordo per un contratto quinquennale, ma il club francese continua a prendere tempo nella speranza che la Roma si convinca ad alzare un po' l'offerta da sette milioni più bonus che Pinto ritiene più che congrua per un giocatore in scadenza nel 2023.

Da segnalare novità per Goncalo Guedes, l'attaccante esterno del Valencia che piace alla Roma. Dalla Spagna i media garantiscono che il giocatore sarebbe vicino al trasferimento per una cifra tra i 25 e i 40 milioni (facile così, però). Fossero venticinque l'affare sarebbe credibile, fossero quaranta no. Sempre in Spagna, poi, fanno sapere che dopo aver eventualmente concluso l'acquisto di Guedes, la Roma cederebbe al Valencia Carles Perez per una cifra tra gli otto e i dieci milioni. Due operazioni separate per consentire al Valencia di sistemare meglio i suoi conti. Bah.

© RIPRODUZIONE RISERVATA