L'iniziativa

Roma e Feyenoord unite per sostenere le comunità di Tirana

I due club, nei giorni antecedenti e successivi alla finale di Conference, collaboreranno con diverse attività. Berardi: "Entusiasti di portare il nostro contributo"

23 Maggio 2022 - 12:12

La Roma e il Feyenoord saranno rivali nella finale di Conference League il prossimo mercoledì a Tirana. Le due squadre, come si legge sul sito ufficiale del club giallorosso, hanno deciso, grazie anche alla collaborazione con la Fondazione UEFA e il supporto del sindaco di Tirana, Erion Veliaj, e l'ambasciatore italiano a Tirana, Fabrizio Bucci, di svolgere diverse iniziative a sostegno della comunità della capitale albanese.

Nella giornata di lunedì il primo incontro, con i rappresentanti di entrambe le società in alcune strutture scolastiche e scuole calcio della città. A ridosso dell'evento hanno anche parlato Pietro Berardi, Ceo della Roma e Ton Strooband, Responsabile Affari Sociali e della Fondazione Feyenoord. 

"Molte sono attività già consolidate a Roma e siamo entusiasti di poter portare il nostro contributo alla città che ospita la finale di UEFA Europa Conference League" afferma Berardi. "Nella stagione che si sta per concludere abbiamo lavorato duramente per realizzare una serie di progetti significativi e riteniamo doveroso che un evento importante come una finale europea sia anche supportato con alcuno gesti concreti all'indirizzo della capitale che ci accoglie in questi giorni", conclude.

"Tirana farà sempre parte della storia del Feyenoord" afferma Ton Strooband. "Pertanto vogliamo offrire un contributo importante, affinchè la popolazione locale si ricordi della nostra visita con gioia, L'incontro con i rappresentanti di AS Roma e Feyenoord sarà un'esperienza che avranno sempre impressa nella memoria ed è bello che la gente noti quanto oggi le società come le nostre rappresentino e facciano molto più delle sole semplici attività calcistiche".

Le iniziative della società giallorossa continueranno anche nel giorno della partita: una "Legend" della Roma visiterà infatti un centro sociale di famiglie vittime di terremoto e con minori malati. Dopo la gara il fornitore di catering delle aree hospitality dell'Arena Kobetare, sede della finale, distribuirà il cibo in eccesso presso tutte le mense della città, così come già è stato fatto per tutto il campionato dall'iniziativa Sharing is Caring, nelle partite casalinghe all'Olimpico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA