Come riporta AdnKronos, a margine dei Laureus Awards 2019, l'ex a.d. della Roma Umberto Gandini ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla Roma e su Nicolò Zaniolo. Queste le sue parole:

"Zaniolo? Ci sono state come in tutte le sessioni di mercato, operazioni che sono andate bene, altre molto bene e alcune che ancora non sono diventate utili. Alla fine i movimenti sono stati tanti, importanti, necessari, e tra questi c'era sia la partenza di alcuni giocatori che l'arrivo di altri. Zaniolo è sicuramente uno dei più importanti, se non il più importante giovane che c'è adesso in Italia. È impressionante la facilità di gioco che ha, la tranquillità in mezzo al campo, il talento innato e un fisico notevole, e non si tira mai indietro".

Poi l'ex ad ha voluto commentare anche le vicende societarie del club di Trigoria: "Monchi in discussione? Sta portando avanti un progetto, un percorso. La Roma credo che sia in una posizione di classifica peggiore di quella che meriterebbe, ma sono convinto che riuscirà ad essere in lotta per le prime quattro posizioni fino alla fine. Monchi e Di Francesco resteranno? Questo non posso dirlo, sono entrambi due grandissimi professionisti oltre che due grandi amici, sono fuori dalla Roma, la seguo con grande affetto, ho tanti amici e mi interessa molto quello che fanno, ma non compete più a me".

Sullo stadio della Roma: "È molto importante per la crescita della società. Il progetto è iniziato prima del mio arrivo, continua adesso ed è fondamentale per poter fare della Roma una delle squadre più importanti. C'è bisogno di stabilizzare i ricavi, di crescere, non solo per la Roma ma per il calcio italiano, quindi questi sono degli esempi molto importanti da seguire".