Josè Mourinho ha un nuovo vice. Joao Sacramento dopo appena sei mesi, ha salutato lo Special One (dopo due anni di collaborazione, era entrato nello staff di Mou quando andò al Tottenham) e la Roma. Al suo posto ci sarà Salvatore Foti. La notizia è stata ufficializzata ieri dalla società giallorossa, anche se la dirigenza sapeva già da diversi giorni dell'intenzione del vice allenatore di salutare. Sacramento con un post ha voluto ringraziare, soprattutto Mourinho: "E' stato un orgoglio lavorare con Mou. Lavorare con lui è stato un sogno che si è trasformato in realtà, gli sarò eternamente grato. Ti auguro il meglio, Mou". Parole che mettono una pietra tombale sulle chiacchiere che ieri ci hanno messo un attimo a diffondersi a proposito di un litigio tra lo Special One e il suo vice, litigio che sarebbe stato alla base del divorzio. A noi risulta altro. Ovvero che Sacramento ha l'ambizione di diventare il primo allenatore di un club e, in questo senso, gli sarebbe arrivata un'offerta a cui non poteva dire di no (si sussurra del Fenerbahce). La Roma ha già ufficializzato il nuovo vice. Sarà Salvatore Foti, trentatrè anni, ex calciatore della Samp, nel recente passato una prolungata collaborazione con Giampaolo (ora libero). Il nome di Foti è stato scelto direttamente da Mourinho dopo una serie di incontri e colloqui che ci sono stati a Trigoria nei giorni immediatamente precedenti Natale. L'indicazione di Foti sarebbe stata data da Stefano Rapetti, l'attuale preparatore atletico della Roma, uomo fidatissimo dello staff di Mourinho con cui ha lavorato all'Inter negli anni del Triplete e poi al Manchester United. In passato Rapetti ha lavorato con Giampaolo (Milan e Torino) e, quindi, anche con Foti. Al quale auguriamo buon lavoro.