Non parte. A meno di imprevidibili ripensamenti, Felix rimane a Trigoria. Non andrà a giocare la coppa d'Africa con il suo Ghana. Il nome del ragazzo del duemilatre, era stato inserito nella lista dei trenta preconvocati diramata dal ct del Ghana, il serbo Milovan Rajevac. L'intenzione era di portare Felix in coppa d'Africa. Ma il ragazzo, consultandosi con il suo procuratore, Mourinho e la società giallorossa, ha ribadito di non sentirsi ancora pronto per l'avventura con i colori del suo paese, facendo capire che preferisce rimanere qui per continuare nel suo percorso di crescita che Mourinho, nelle passate settimane, ha parecchio accelerato lanciandolo in prima squadra con risultati certificati anche dalla doppietta realizzata al Genoa. Doppietta che gli ha garantito il regalo di un paio di scarpe da parte del tecnico portoghese.

La scelta di Felix di non andare a giocare la coppa d'Africa, riapre le porte all'addio di Borja Mayoral che, al contrario, con il ghanese in nazionale, probabilmente sarebbe rimasto a Trigoria almeno fino agli ultimi giorni dell'ormai prossimo mercato di gennaio. Lo spagnolo con la discrezione ed educazione che lo hanno sempre contraddistinto, da tempo ha chiesto di potersi trasferire in una squadra che gli possa consentire di giocare con una certa continuità, cosa che qui in questa stagione non ha avuto. Di fatto c'è già un accordo con la Fiorentina per il trasferimento dello spagnolo in viola. Ma c'è un'ultima questione da risolvere. Cioè Borja Mayoral ha chiesto al Real Madrid, legittimo proprietario del suo cartellino, di non voler più andare in prestito ma che preferisce essere ceduto definitivamente. E su questo le due società non hanno trovato l'accordo economico per la cessione del cartellino di un giocatore al quale a Firenze vorrebbero affidare la pesantissima eredità di Vlahovic destinato, al massimo nel prossimo giugno, a salutare Commisso e Italiano.

Con Felix a Trigoria, si riducono a due i giallorossi che saranno impegnati in coppa d'Africa: Diawara e Darboe che sono già partiti per unirsi alle rispettive nazionali (Guinea e Gambia, esordio per la prima il dieci gennaio contro il Malawi, per la seconda il dodici contro la Mauritania). La partenza dei due giocatori, entrambi in odore di cessione a gennaio anche se con formule diverse, ovviamente frena se non addirittura blocca il loro trasferimento visto che potranno rientrare in Europa nella migliore delle ipotesi nell'ultima settimana di gennaio. Pinto, comunque, soprattutto per Diawara, proverà a chiudere a fine gennaio. Magari con uno scambio con il Marsiglia con cui sta trattando l'acquisto (ora prestito) del centrocampista Kamara.