Una certezza chiamata tifosi della Roma. All'indomani della vittoria sofferta e romanista contro il Torino di Juric è arrivata la notizia di un altro sold out. Era nell'aria che contro l'Inter sabato prossimo l'Olimpico si sarebbe riempito in ogni ordine di posto possibile ai tempi delle restrizioni per contrastare la pandemia da Covid-19, cioè al 75% al massimo. Ma ieri sono stati "staccati" virtualmente gli ultimi tagliandi disponibili. Un altro pienone che farà sforare i 50.000 spettatori per la partita contro la squadra di Simone Inzaghi, una vita nella Capitale nella seconda squadra, e di Edin Dzeko, sei anni nella città eterna, ma sulla sponda giusta. Che poi è l'ex squadra di Mou, l'unica allenata prima della Roma, con cui è arrivato sul tetto d'Europa. Un pieno d'amore, ancora una volta, da parte dei tifosi giallorossi che, come ha evidenziato Mourinho nelle ultime conferenze stampa, vedono la squadra dare tutto sempre, non perdersi mai (l'unica eccezione stagionale vera è la trasferta di Bodø), neanche nelle difficoltà tecniche o in quelle extra calcistiche, come qualche episodio arbitrale senza il quale oggi la Roma sarebbe forse anche quarta in classifica da sola. Una squadra che dà tanto e restituisce quello che riceve dal pubblico, indipendentemente dal risultato: è questa l'alchimia creata soprattutto da José Mourinho, che ha voluto un'empatia tale fin dal primo giorno, da quando fu accolto a Trigoria la mattina dell'infortunio a Spinazzola, il 2 luglio scorso. O meglio, dal 4 maggio, quando è stato annunciato come allenatore della Roma.

Quello contro i campioni d'Italia sarà il sesto sold out stagionale dopo le partite con Cska, Udinese e Empoli, dove tuttavia lo stadio era aperto solo al 50%, e quelle con Napoli (la prima con la capienza allargata al 75%) e Milan. Il tutto senza considerare che in trasferta il settore ospiti è finito praticamente sempre e che diversi romanisti si sono "mimetizzati" laddove possibile nel resto dello stadio o, come a Venezia, è stato ampliato lo spazio disponibile per i tifosi in tribune adiacenti. Da qualche giorno, poi, sono finiti anche i biglietti del settore ospiti del Dall'Ara, dove domani sera la squadra di Mou sarà impegnata contro il Bologna in un'altra delicata trasferta: potranno accedere solo i possessori di fidelity card. Circa duemila posti nello spicchio a destra dei teleschermi dello stadio bolognese (che ne contiene 2.600 a capienza piena) saranno occupati dai romanisti. Si tratta di un ritorno dopo due stagioni per i tifosi giallorossi: ultima apparizione il 22 settembre 2019, 1-2 (Kolarov e Dzeko, nel recupero) con arbitro Pairetto, come accadrà domani. Intanto si è chiusa ieri la promo black weekend per i biglietti con Spezia (13 dicembre) e Sampdoria (22 dicembre) a metà prezzo in diversi settori dello stadio e da oggi sarà possibile acquistare i biglietti per la trasferta in Bulgaria di giovedì 9 dicembre, per l'ultima giornata del girone di Conference League contro il Cska Sofia e le ultime speranze di raggiungere il primo posto.