Il tour

Il week-end dei romanisti in prestito: porta inviolata e tre punti per Pau Lopez

Buone prestazioni di Kluivert e Pezzella, che fornisce anche un assist. Florenzi partecipa alla disfatta del MIlan contro il Sassuolo. Coric torna in campo e vince

Foto dal profilo Instagram di Pau Lopez

Foto dal profilo Instagram di Pau Lopez

29 Novembre 2021 - 17:47

Dodici calciatori in prestito in giro per l'Europa, tra campionati maggiori e serie cadette. È questo il bilancio delle cessioni a titolo temporaneo della società giallorossa. Alcuni di questi sono stati ceduti con diritto od obbligo di riscatto (Kluivert, Pau Lopez, Florenzi e Providence) altri, soprattutto i giovanissimi provenienti dalla Primavera, con la formula del prestito secco. Esaminiamo allora le prestazioni dei "giallorossi emigrati", decisive per il loro futuro e per quello della Roma.

 Il tour dei calciatori in prestito inizia dalla Francia, o meglio, dalla Ligue One. Qui troviamo Justin Kluivert e Pau Lopez, entrambi in prestito con diritto di riscatto, rispettivamente a Nizza e Marsiglia. Qualora le prestazioni dei due risultassero convincenti, le loro nuove squadre dovrebbero sborsare, per acquistarli a titolo definitivo, un totale pari a circa 28 milioni: 15 per l'olandese e poco più di 13 per il portiere spagnolo. Kluivert parte titolare nella gara tra Nizza e Metz e gioca nel complesso una buona partita, nonostante la sua squadra esca sconfitta per 1-0. Tante le progressioni sulla fascia dell'olandese, che crea in più occasioni pericoli per gli avversari, anche da calcio da fermo. Il tecnico lo sostituisce dopo 80'. Il suo Nizza retrocede così al terzo posto in classifica, scavalcato dal Rennes e raggiunto a quota 26 punti dal Marsiglia. Proprio a Marsiglia troviamo Pau Lopez. Il portiere spagnolo gioca tutto il match e colleziona un clean-sheet contro il Troyes, il sesto in quindici presenze: l'Olympique guadagna i tre punti e sale in zona Europa League, al quarto posto in classifica.
Restando in terra francese, ma scendendo in Ligue 2, incrociamo William Bianda. Il centrale di difesa, attualmente in forza al Nancy, gioca 90' nella vittoria ottenuta nel secondo turno di Coppa di Francia contro il modesto Soleil Bischheim. Bianda e compagni ottengono quindi una rete inviolata e si qualificano al turno successivo.

Spostandoci nel confinante Belgio, sponda Club Brugge, troviamo Ruben Providence. Il giovane esterno classe 2001 non ha ancora mai assaggiato il terreno di gioco con la nuova divisa, essendo alle prese con un serio infortunio alla caviglia sinistra, già operata ai tempi della Roma Primavera.
Facendo ritorno in patria, tra Serie A, Serie B e Lega Pro incontriamo 6 ex romanisti. Partendo dal massimo campionato italiano ci troviamo a incrociare Alessandro Florenzi e Riccardo Ciervo. Il terzino destro torna titolare nel Milan dopo oltre due mesi e partecipa alla sorprendente sconfitta contro il Sassuolo. Florenzi non compie particolari errori nè in fase offensiva nè in quella difensiva, ma il risultato finale non gli consente di raggiungere la sufficienza. Solp panchina, invece, per Ciervo, che non riesce a raggiungere la quinta rpoesenza stagionale in Serie A. L'esterno offensivo può comunque festeggiare, con la sua Sampdoria che si impone per 3-1 contro il Verona e si allontana dalla zona retrocessione.

Sorride anche Tommaso Milanese, catapultato all'Alessandria, in Serie B. Il gioiellino romanista, partito con la formula del prestito con diritto di riscatto e contro-riscatto, parte titolare, per la quinta volta di fila, contro la Cremonese. Viene sostituito al 72' dopo una buona prestazione nell'insolita posizione di mediano nella quale fa vedere tanta corsa e contribuisce a dare equilibrio alla squadra, aiutando anche in fase difensiva.
Scendendo uno scalino, e arrivando in Lega Pro, balzano all'occhio tre ex Primavera. Il primo (in ordine d'appello) è Devid Bouah. Il terzino, dopo un inizio di stagione positivo, si trova ai box per un problema muscolare, e non è stato convocato per la gara che ha visto il suo Teramo crollare 4-0 in casa della Carrarese. Non sorride nemmeno Stefano Greco. Il portiere è rimasto in panchina per l'intera durata dell'incontro tra il Potenza, sua nuova squadra, e il Monopoli, con il tecnico che ha preferito affidare i pali al più esperto Marcone. Ultima tappa del tour in Lega Pro è Siena, nuovo luogo di residenza di Salvatore Pezzella. Il centrocampista, in prestito secco, ha giocato 90' nel derby contro il Grosseto, perso per 3-1. L'ex Roma è il migliore in campo tra i bianconeri, grazie all'assist per il gol del momentaneo vantaggio e alle numerose occasioni da gol create ma non sfruttate dai compagni.

Trasferendoci in Inghilterra ci imbattiamo in Robin Olsen. L'estremo difensore, ora titolare in Championship con la casacca dello Sheffield United, è stato costretto a saltare l'ultima gara (vinta contro il Bristol City per 2-0) a causa di un problema muscolare, accusato nel ritiro della selezione svedese due settimane fa.
Il tour tra i giocatori romanisti in prestito si conclude in Svizzera, terra di orologi, formaggi e Ante Coric. Il trequartista croato, arrivato sulle sponde del Tevere per una cifra vicina agli 8 milioni di euro, è tornato tra i convocati dopo due gare da indisponibile. Coric è entrato in campo al 42' del primo tempo al posto dell'infortunato Marchesano, partecipando attivamente alla vittoria del suo Zurigo per 1-0 contro lo Young Boys. Lo Zurigo si riporta così al primo posto in classifica a +2 sul Basilea, che ha però disputato una gara in meno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA