La garanzia è sempre quella. Che si giochi sotto zero o con temperature tropicali, nei giorni festivi o infrasettimanali, contro il Real Madrid o l'Entella, la costante è una soltanto: la presenza in blocco della Curva Sud. Anche domani sarà il fulcro della passione romanista a scaldare i cuori, in una serata che per il resto si preannuncia fredda da ogni punto di vista.

Tredicimila i tifosi che per ora si sono messi in tasca il biglietti per la partita unica degli ottavi di Coppa Italia, la maggior parte dei quali destinati a occupare il settore popolare dello stadio per antonomasia. In Sud si va verso il tutto esaurito: restano ancora pochi tagliandi che probabilmente andranno esauriti nell'arco delle prossime ore. Stridente il confronto con il resto dell'impianto, che presenterà invece ampi vuoti. Il versante Nord resterà addirittura chiuso (a meno di improbabili impennate di richieste nelle ultime ore che separano dal match), per privilegiare il lato in cui storicamente dimorano i tifosi giallorossi.

Orario, avversario dal richiamo non proprio irresistibile e giorno poco fortunato, hanno fatto scegliere alla maggior parte dei potenziali spettatori una comoda poltrona di casa alle atmosfere dell'Olimpico. Non è servita (almeno fino a questo momento, i tagliandi saranno disponibili fino al fischio d'inizio in tutti gli abituali punti vendita e online) neanche una politica dei prezzi estremamente popolare: si va dai 10 euro per Curva e Distinti a un massimo di 30 euro per la Tribuna Monte Mario, con l'ulteriore possibilità per gli abbonati alle gare di campionato di ottenere il biglietto a metà prezzo.

Chi non ha mai considerato il lunedì come un ostativo sono loro, i ragazzi della Sud. Settore a un passo dal sold out per l'Entella; tutto esaurito già in fase di abbonamento nell'impegno successivo con il Torino (in programma sabato prossimo), gara per la quale finora sono stati staccati 3.500 biglietti; e tanto per cambiare, strapieno anche per la sfida di Champions contro il Porto. Partita in programma fra un mese, ma che veleggia su ottimi numeri già adesso: 36mila presenze assicurate, a pochi giorni dalla fine della prelazione.