Il padre del centrocampista giallorosso Nicolò Zaniolo, Igor, ha parlato in una breve intervista a Il Secolo XIX. L'ex giocatore del Genoa ha commentato i primi mesi in giallorosso del figlio e la prossima sfida contro il Genoa, squadra per la quale ha giocato per una stagione. Queste le sue parole:

"Nicolò è stato convocato in azzurro prima di debuttare in A, ha esordito con la Roma al Bernabeu. In pratica mi ha già stracciato. Fisicamente mi somiglia, ha la mia forza, la mia voglia di recuperare palla, ma ha un mancino delicato, stupendo. Può fare il trequartista o la mezzala: fatte le debite proporzioni, lo vedo come un Seedorf o un Kakà, il suo idolo. Per ora, però, è solo un ottimo prospetto. Sta a lui mantenere le promesse: gli dico sempre di affrontare ogni allenamento come una partita".

Cosa si aspetta da Roma-Genoa?
"Sfida delicata per tutte e due, ma sono sicuro che risaliranno. Piatek è davvero forte, ma io, inutile chiedermelo, tiferò per mio figlio. Ora capisco cosa provavano i miei genitori quando giocavo: un'emozione pazzesca".