Al termine della sconfitta contro il Verona, l'allenatore della Roma José Mourinho ha parlato ai microfoni di Dazn e della Rai.

Mourinho a Dazn

Era preoccupato nel prepartita, temeva il Verona?
"Sono sempre preoccipato prima delle partite, non è preoccupazione, è un modo di vivere le partite. Sono concentrato, è il mio modo di essere. Sapevo che avevano qualità difficili da affrontare, già prima del cambio allenatore stavano facendo bene, poi con un nuovo allenatore di solito hai uno scatto a livello mentale. Tudor ha molte idee simili all'Hellas dell'anno scorso e non sarebbe stato facile per noi. Sapevo che sarebbe stato difficile, ma non abbiamo giocato bene. Loro hanno fatto un grande sforzo per vincere, noi abbiamo avuto un buon atteggiamento però non ci siamo adattati bene al loro modo di giocare, abbiamo perso duelli individuali e seconde palle. Hanno avuto più intensità di noi, ho bisogno di rivedere la partita nei video per cercare di capire meglio".

Vi hanno messo in difficoltà con le triangolazioni, specialmente dal loro lato sinistro. Qual era la tua idea per affrontare questa giocata?
"L'avevamo studiato, lo fanno molto. Quando gioca lo fanno con Veloso, lo facevano anche l'anno scorso, non ci hanno preso di sorpresa. In qualche occasione abbiamo interpretato male queste situazioni, perché chi doveva pressare il loro terzo uomo era un nostro attaccante. Questo è successo nel primo tempo, all'intervallo stavamo vincendo e ne abbiamo parlato. In generale abbiamo avuto difficoltà a giocare, anche con la palla abbiamo esagerato con le palle lunghe. Sapevamo che erano bravi nei duelli difensivi individuali, però abbiamo cercato troppo il gioco diretto, ci è mancata un po' di qualità nel gioco. I tre gol sono arrivati troppo lontani da me per capire bene i dettagli".

Con più malizia all'inizio del secondo tempo si poteva gestire il vantaggio? Si poteva aspettare la reazione del Verona?
"La reazione del Verona era ovvia, la partita era aperta, non è stata una sorpresa. Dobbiamo gestire meglio i momenti di difficoltà, è impossibile avere sempre il controllo anche nelle partite in cui sei il dominatore. Abbiamo visto tanti 1v1 davanti, se vinci questi duelli puoi fare male agll'aversario. Dobbiamo avere più gioco. Veretout è stato molto limitato con l'ammonizione, è arrivata troppo presto. Per avere più dettagli devo rivedere la partita, una cosa sono le sensazioni, un'altra le analisi".

Mourinho alla Rai

"Il loro campo meglio di quello dell'Olimpico e anche nel periodo dei 15 minuti dove pioveva, quando siamo tornati il campo, era perfetto. L'arbitro molto bene anche sul nostro gol a dare il vantaggio (sul fallo su Zaniolo), mentre tanti arbitri chiamano subito fallo. Bravi i nostri tifosi, abbiamo perso senza scusanti. Come abbiamo vinto 6 partite e non 60, ne abbiamo persa 1 e non 10. E dobbiamo pensare alla prossima di vincerne 7 e non perderne 2".