Francesco Totti ha ricevuto un premio alla carriera al Gran Galà del Calcio AIC 2018. Insieme alla leggenda giallorossa è stato insignito del riconoscimento anche Andrea Pirlo. Ecco le dichiarazioni del dirigente della Roma: "Mi sarebbe piaciuto giocare con Pirlo, a chi non sarebbe piaciuto. Un fuoriclasse diverso da tanti altri, fa quello che vuole con il pallone, ogni allenatore lo avrebbe voluto nella sua squadra. Forse avrei fatto più gol o magari ne avrebbe fatti di più lui. Ci siamo chiamati prima di smettere, sono convinto della scelta che ho fatto, diciamo di sì. Mi sono sbilanciato già altre volte. C'è un inizio e una fine e quel momento e arrivato, ho cercato di fare il più possibile, abbiamo dato tantissimo al calcio e credo che la gente si sia divertita. Quanto contano le bandiere? Oggi non è facile trovarle, diciamo che è rimasto solo il manico delle bandiere (ride ndr). Un po' è cambiato tutto. Gli arbitri? I nostri sono i migliori al mondo". 

Al Gran Galà del Calcio 2018 organizzato al Megawatt di Milano dall'Assocalciatori c'è anche Francesco Totti. Il dirigente giallorosso sarà insignito di un premio alla carriera insieme ad Andrea Pirlo ed è l'unico rappresentante della Roma presente alla kermesse. Tra i giallorossi sono candidati alla vittoria di un riconoscimento anche Edin Dzeko, Kostas Manolas e Aleksandar Kolarov.  Fermato sul tappeto rosso prima dell'ingresso in sala per la cerimonia, la leggenda romanista ha evitato le domande dei giornalisti dichiarando così: "Parlo dopo...altrimenti mi radiano".

di: La Redazione