Nel primo campionato post Covid c'è una prima volta per tutto. Oggi sarà la prima volta per i tifosi della Roma di tornare in trasferta in un settore ospiti dedicato. Non capitava da un anno e mezzo, dalla trasferta di Cagliari del 1° marzo 2020. La Roma vinse 4-3 e dopo quella sfida calò il sipario sul campionato. Tra la 26ª e la 27ª giornata della serie A passarono quasi quattro mesi, le 12 restanti partite del torneo si giocarono senza tifosi, così come tutta la scorsa stagione, a parte quel migliaio di sostenitori tollerati nelle prime giornate. Il brivido della trasferta è stato negato per un anno e mezzo, si ricomincia oggi, e non a caso il settore ospiti dello stadio Arechi, la curva Nord, è andata esaurita in poche ore. 950 i biglietti venduti, ma diverse altre decine di tifosi romanisti saranno anche in tribuna. I tifosi partiranno quasi tutti oggi con macchine e furgoni, qualcuno in treno.

La vendita ha vissuto anche qualche fase complicata. Nel sistema era stato inserito anche l'obbligo di presentare tra i documenti anche la fidelity card, la vecchia tessera del tifoso, ormai scaduta a diverse decine di sostenitori. Qualcuno l'ha dovuta rinnovare, pagando anche la quota, senza riuscire comunque a prendere il sospirato tagliando. Ci sono state proteste, alla fine per molti la situazione è rientrata, e quelli che avevano pagato sono riusciti ad avere il ticket.
La speranza è che oggi tutto filerà liscio, i precedenti in questo senso non sono molto confortanti, nella stagione 98/99, l'ultimo confronto in serie A, ci furono diversi problemi di convivenza sugli spalti. A quanto pare i tifosi locali non sono neanche molto ben disposti rispetto al passaggio di proprietà che c'è stato quest'estate. Oggi il malcontento potrebbe trovare forma sugli spalti.