«Scusa, ci potresti spiegare il perché di questa riunione?» «Non lo so bene... un po' di nostalgia... un bisogno di confrontarmi... di fare a un certo punto le somme o le sottrazioni...». Così spiegava Federica Polidori (Nancy Brilli) a un curioso Mauro Valenzani (Massimo Ghini) che chiedeva perché avesse voluto organizzare una rimpatriata con i vecchi compagni di liceo a quindici anni dal diploma. Questo pomeriggio alle 16 (e in replica alle 19.30), in occasione dei trent'anni dall'uscita di "Compagni di scuola" nelle sale, Carlo Verdone, regista e interprete di una delle pellicole più amate del cinema italiano, ha deciso di partecipare con entusiasmo all'evento organizzato dalla pagina Facebook "Il socio Aci", in collaborazione con la fondazione "Volume!". Sarà una grande rimpatriata tra amici: tutto il cast ha confermato la presenza. Al cinema My Citiplex Europa di Corso Italia si terrà la proiezione della pellicola, rimasterizzata per l'occasione, dopo una chiacchierata introduttiva tra lo stesso Verdone e il critico cinematografico Mario Sesti. I 650 biglietti per la prima proiezione sono andati polverizzati in pochissime ore, perciò si è deciso di organizzarne un'altra alle 19.30 (andata anche quella sold out) per poter rispondere all'affetto di quelli che sono letteralmente cresciuti con questo film, entrato nell'immaginario collettivo di almeno tre generazioni.

«Guàrdate com'eri...»

A distanza di trent'anni, il nutrito cast sarà presente praticamente al completo. Con un pensiero affettuoso sarà rivolto ai compianti Piero Natoli (Luca Guglielmi), scomparso nel 2001, e Angelo Bernabucci (Salvatore Finocchiaro) mancato nel 2014, che Verdone volle fortemente nel cast sentendolo parlare in un'officina di Trastevere e che ritenne da subito perfetto per interpretare il ruolo del commerciante di carni arricchito. Alla proiezione saranno presenti attori che continuano ancora oggi a scrivere pagine importanti del cinema italiano accanto a meteore che non calcano più le scene da tempo. Massimo Ghini (il cinico politico Mauro Valenzani), Eleonora Giorgi (la bella Valeria Donati, fresca di separazione), la padrona di casa Nancy Brilli (che ricevette per caso il ruolo di Federica, accompagnando il suo allora marito Massimo Ghini a una prova-costume), Athina Cenci (nei panni della psicologa esaurita Maria Rita Amoroso), l'inseparabile coppia Maurizio Ferrini/Leo Benvenuti (nei panni degli irriverenti Lepore e Santolamazza), Fabio Traversa (il povero Fabris Piermaria) che compare solo all'inizio del film ma forse è uno dei personaggi ancora oggi più citati nelle battute crudeli dei fan, Christian De Sica, insieme a tutti quei personaggi di contorno, interpretati da attori meno famosi, che rendono perfetta la malinconica alchimia corale del film. Anche la location, la villa per cerimonie Villa Quintili, nella zona dell'Appia antica, è diventata un vero e proprio luogo di culto per gli appassionati, che si trovano a recitare le scene nei luoghi dove il film è stato girato.

«Ho sbagliato festa...»

Questa volta, davvero non sarà possibile sbagliare. Appuntamento al Cinema Europa con circa 1300 fortunati che sono riusciti ad accaparrarsi il biglietto su internet. Il regista risponderà anche a qualche domanda dalla platea, svelando aneddoti e curiosità, rimaste ancora inedite. Chissà che nel dibattito non venga fuori chi catturò le proverbiali «quattro piotte» a Finocchiaro. Senza peraltro toccare «la grappetta d'oro de Cartier. Che tra parentesi, vale molto più delle 400.000 lire».