Con l'ufficialità di Eldor Shomurodov, la Roma ha dato il benvenuto al primo calciatore uzbeko della sua storia. L'attaccante ex Genoa, tuttavia, non è il solo caso di giocatore "portabandiera" del proprio Paese. Dal 1927 ad oggi sono tanti gli esempi di calciatori che, almeno per il momento, sono gli unici rappresentanti di una nazione ad aver indossato la maglia giallorossa.

Europa

Armenia
Cominciamo forte. Arrivato nell'estate 2019 dall'Arsenal, Henrikh Mkhitaryan non solo è stato il primo armeno a giocare nella Roma, ma anche il primo a militare nel campionato italiano. Da subito inserito nello scacchiere di Fonseca, è stato tra i migliori della squadra in entrambe le stagioni disputate in giallorosso.

Henrikh Mkhitaryan @Getty images

Bielorussia
Sergej Gurenko arriva alla Roma su indicazione del tecnico Capello nell'estate 1999, ma nella sua prima stagione colleziona solo 5 presenze. Nella seconda ed ultima stagione giallorossa, che si concluderà con il Terzo scudetto, non trova nemmeno una presenza e a gennaio finisce in prestito al Saragozza.

Montenegro
Ceduto alla Roma dal Lecce nel 2006, Mirko Vucinic rimane nella Capitale per 5 stagioni. In 202 presenze mette a segno 64 gol, tra cui la memorabile doppietta al Chelsea nel 2009, la rete al Santiago Bernabeu l'anno precedente, la doppietta nel derby nella stagione della rimonta e il colpo di testa in pieno recupero contro l'Inter nel 2010. Con la maglia giallorossa vince due Coppe Italia e una Supercoppa.

Repubblica Ceca
Acquistato da Monchi una volta sfumato il sogno Mahrez nell'estate 2017, sotto la guida di Eusebio Di Francesco Patrik Schick viene impiegato prevalentemente da ala destra e fatica a ripetere le buone cose fatte intravedere con la maglia della Sampdoria. Dopo due stagioni deludenti, passa in prestito al Lipsia nel 2019 e nel 2020 viene acquistato dal Bayer Leverkusen.

Slovacchia
Norbert Gyomber 
viene ingaggiato negli ultimi giorni del mercato estivo 2015 dal Catania per completare il reparto difensivo, ma nella stagione 15-16 colleziona appena 6 presenze. Dopo due stagioni in prestito tra Pescara, Terek Groznyj e Bari, nel 2018 passa a titolo definitivo al Perugia.

Sud America

Cile
Consacratosi nell'Udinese di Luciano Spalletti, David Pizarro gioca un anno nell'Inter prima di ritrovare il tecnico toscano alla Roma nell'estate 2006. Perno della mediana giallorossa in coppia con Daniele De Rossi, sotto la guida di Spalletti il "Pek" vince due Coppe Italia e una Supercoppa e sfiora lo Scudetto nel 2010 con Ranieri. Resta alla Roma fino al gennaio 2012, quando passa in prestito al Manchester City di Mancini, suo ex allenatore all'Inter.

David Pizarro con la maglia giallorossa

Colombia
Arrivato a Roma nel gennaio 2015 in prestito dal Cagliari, in sei mesi Victor Ibarbo mette insieme 11 presenze tra Serie A e Coppa Italia senza trovare il gol. L'highlight principale della sua avventura giallorossa è l'assist per il gol di Iturbe nel derby spareggio per l'accesso alla Champions del 25 maggio.

Perù
Acquistato dal Milan nell'estate 1965, Víctor Morales Benítez resta una sola stagione nella Roma, dove colleziona 10 presenze. Nel 1966 passa al Venezia.

Centro America

Costa Rica 
Dopo quattro stagioni al Brescia, il laterale difensivo costaricense Gilberto Martinez viene ingaggiato dalla Roma in prestito nell'estate 2006. A causa di un infortunio riportato durante il Mondiale di Germania non riesce ad esordire in giallorosso a causa dei continui problemi ai legamenti. Nel 2007 fa ritorno al Brescia.

Honduras
Velocissimo esterno di centrocampo, Edgar Alvarez viene tesserato dalla Roma in prestito nell'estate 2005. Nella prima stagione giallorossa mette insieme 33 presenze tra Serie A, Coppa Italia e Coppa Uefa, senza riuscire a segnare alcun gol. Dopo essere stato riscattato dalla Roma, nel 2006 va in prestito al Messina. Rientrato a Roma nel 2007, scende in campo nella prima giornata di campionato contro il Palermo prima di essere ceduto in prestito al Livorno e al Pisa. Nel 2009 passa a titolo definitivo al Bari.

Messico
Arrivato alla Roma contestualmente all'annuncio dell'allenatore Di Francesco nell'estate 2017, Hector Moreno esordisce in giallorosso il 16 settembre contro il Verona, ma nell'unica stagione con la Roma colleziona solo altre 4 presenze. Nel 2018 passa alla Real Sociedad.

Africa

Camerun
Dopo l'esordio in Serie A con la maglia del Vicenza nel 1996, Pierre Nied Wome viene acquistato dalla Roma nel 1998 dopo aver preso parte ai mondiali di Francia con la nazionale del Camerun. In giallorosso il difensore resta una sola stagione collezionando 8 presenze.

Congo
Messosi in luce nel Monaco tra il 2000 e il 2005 (suo il gol decisivo contro il Chelsea che vale ai francesi l'accesso alla finale di Champions League del 2004 poi persa contro il Porto di Mourinho), Shabani Nonda approda alla Roma nell'estate 2005. Nonostante entri nel cuore dei tifosi (famoso il coro a lui dedicato sulle note di "La Lambada"), saluta i colori giallorossi dopo una sola stagione.

Gambia
Inizialmente a disposizione della Primavera di De Rossi, nel finale della scorsa stagione il centrocampista classe 2002 Ebrima Darboe debutta in prima squadra in Sampdoria-Roma e gioca anche il ritorno della semifinale di Europa League contro il Manchester United. Le sue buone prestazioni gli valgono la permanenza tra i grandi fino alla fine della stagione 2020-2021 e la definitiva promozione in prima squadra.

Ebrima Darboe all'esordio con la maglia della Roma @Getty Images

Guinea
Portato in Serie A dal Bologna a 18 anni, Amadou Diawara arriva alla Roma nel 2019 nell'ambito dell'operazione che trasferisce Manolas al Napoli. In due stagioni sono 58 le presenze in tutte le competizioni del mediano, 2 i gol.

Guinea-Bissau
Acquistato ancora minorenne dalla Roma nel 1999 dal Boavista, Rocha Ednilson resta in giallorosso fino al 2001, collezionando appena una presenza. Non prende parte ai festeggiamenti dello Scudetto perché viene ceduto a gennaio al Benfica.

Senegal
Cresciuto nelle giovanili del Barcellona, il terzino sinistro Moustapha Seck viene ingaggiato nel 2016 dalla Roma. Con i giallorossi una sola presenza, in Europa League contro l'Astra Giurgiu il 9 dicembre dello stesso anno. Dopo quattro anni di prestito tra Italia e Olanda, nel 2020 passa a titolo definitivo al Leixões.

Asia

Giappone
L'acquisto di gennaio più importante della storia della Roma. Hidetoshi Nakata arriva in giallorosso dal Perugia nel mercato invernale della stagione 1999/2000, ma è la stagione seguente quella in cui imprime a fuoco il suo nome nella storia giallorossa. Il 6 maggio 2001 al Delle Alpi contro la Juventus è decisivo per il definitivo 2-2 che vale una grossa fetta dello Scudetto festeggiato poco più di un mese dopo.

Hidetoshi Nakata @Getty images

Uzbekistan
Eccoci infine a Eldor Shomurodov. L'attaccante uzbeko arriva alla Roma dopo una sola stagione in Serie A in cui ha messo a segno 8 gol con la maglia del Genoa, di cui 5 nelle ultime 6 giornate.