Salah Uçan non è stato fortunato nella sua esperienza con la maglia della Roma. Il centrocampista turco dell'Empoli ha parlato in un'intervista a FutbolArena del suo passato in giallorosso e del suo rapporto con il talento della Roma e della nazionale turca Cengiz Ünder. Queste le sue parole:

"Non è stata una scelta sbagliata quella di andare a Roma. Sabatini mi ha voluto tanto e potevo giocare in campionato, Coppa Italia e Champions League. Dopo il primo anno ho pensato che mi avrebbero fatto ritornare in Turchia, invece ho giocato poco. Volevo andare in prestito perché avevo buttato un anno, ma Sabatini non voleva lasciarmi andare in un altro campionato: il Fenerbahce era disposto a riprendermi, ma la Roma si è opposta. Non voglio dirlo, ma se fossi andato via al mio secondo anno a Roma, tutto sarebbe stato diverso. È arrivato Paredes, giocavamo nello stesso ruolo: lui ha giocato ed è cresciuto, così poi sono tornato in Turchia. Sono stato con grandi giocatori in quei due anni e ho imparato tante cose: a livello calcistico, però, è come se avessi perso due anni. Ünder? Parlo spesso con lui, sta andando bene. Deve fare più gol e assist che può. So che a Roma è felice e che adesso è l'unica cosa che vuole".