Con l'amichevole di Frosinone si conclude la prima parte del ritiro della Roma, quello "italiano". La squadra è rientrata nella Capitale in serata con il pullman di "riserva" (quello nuovo con il lupetto di Gratton che campeggia sulle fiancate aspetta la i ragazzi in Algarve), per una nottata di riposo. Giusto una, perché stamattina alle 10 un charter giallorosso porterà Mourinho e i suoi uomini in Portogallo, destinazione, appunto, Algarve per la seconda parte del lavoro di preparazione che si svolgerà nel resort cinque stelle scelto dal club, il Tivoli Carvoeiro, e che si preannuncia intenso, anche se la Roma dovrebbe allenarsi una volta al giorno e soprattutto giocherà ancora parecchio.

Rispettando quindi i ritmi della prima parte di preparazione in Italia: 28 e 31 luglio e 7 agosto le amichevoli in programma, rispettivamente con Porto (si vedrà su Sky), Siviglia (da confermare anche la sede, individuata in Faro) e Real Betis, a Siviglia. José Mourinho vorrebbe incastrare un altro match il 4 agosto, ma è da definire. Poi il rientro in Italia, con un altro impegno già fissato, ma ancora da organizzare compiutamente, quello del 14 agosto, che sarà anche l'occasione per presentare la squadra ai tifosi, prima di Ferragosto: possibile avversario una squadra messicana. Si attende in questo senso l'ok all'agibilità dello stadio Olimpico, dopo l'ordinaria manutenzione post Euro 2020, con il rifacimento, tra l'altro, anche del campo. Dopo cinque giorni, invece si farà sul serio, perché il 19 ci sarà l'impegno in Conference League. Per la terza e nuova competizione continentale la Roma conoscerà il suo avversario dopo il sorteggio del 2 agosto.