C'è una Roma in giro per l'Europa, tra la Nations League e le amichevoli internazionali, c'è una Roma che sta a riposo e ce n'è un'altra che è a Trigoria, a lavorare, o meglio a cercare di smaltire le scorie di piccoli, medi e grandi problemi fisici per tornare a disposizione del tecnico. Eusebio Di Francesco ha concesso due giorni di riposi nelle giornate di ieri e di oggi alla squadra, cioè a quelli che non sono partiti per le rispettive nazionali. Ma c'è un gruppetto, neanche tanto "etto", di calciatori che si è ritrovato al centro tecnico Fulvio Bernardini per riprendersi. È proprio il caso di dirlo, riprendersi. 

Innanzi tutto è tornato nella Capitale Kostas Manolas. Il greco aveva era stato costretto a interrompere la partita di Nations League della sua nazionale contro la Finlandia (curiosità: la federazione avversaria aveva anche evidenziato con un tweet come Manolas avesse provato a rimanere in campo) dopo meno di mezz'ora per una distorsione alla caviglia. Fortunatamente le sue condizioni sono apparse subito meno gravi di quello che si poteva immaginare. Il difensore centrale "più titolare" della Roma è sotto osservazione e resta in dubbio per le prossime gare, ma c'è un cauto ottimismo in vista del doppio impegno ravvicinato della squadra giallorossa con l'Udinese in trasferta, in campionato, e con il Real Madrid allo stadio Olimpico, per quanto riguarda la Champions League.

Rientrato dalla Spagna dopo il ciclo di cure nella clinica Corachan di Barcellona anche il Flaco Pastore. L'argentino per curare i suoi polpacci e - si spera - risolvere definitivamente un problema che tra una cosa e l'altra va avanti da tre anni, è volato oltre i Pirenei per sottoporsi alla terapia di rigenerazione cellulare di M2rlab, compagnia biomedica che si occupa della ricostruzione dei muscoli. Pastore vuole mettersi a disposizione presto. Se non, come aveva previsto il suo agente Marcelo Simonian, subito dopo la sosta, almeno per il Real Madrid. Anche per questo, come gli altri che non erano in situazioni fisiche ottimali, il numero 27 romanista sta pedalando mentre alcuni colleghi si riposano. Come Diego Perotti e Luca Pellegrini. Anche Davide Santon e Ivan Marcano hanno lavorato ieri alla base. Il terzino che tanto sta convincendo in questa prima fase della sua avventura romana è in permesso per domani e ha "anticipato" l'allenamento. Lo spagnolo nell'ultimo allenamento diretto da Di Francesco aveva svolto lavoro differenziato ma non preoccupa.

Domani riprenderà il lavoro della squadra, e in settimana torneranno i nazionali, anche se a rate (Florenzi e Kluivert prima degli altri). La settimana che porterà alla Dacia Arena - dove ad attendere i giallorossi ci sarà la squadra di casa con il nuovo allenatore, Davide Nicola, appena subentrato a Julio Velazquez - aprirà un ciclo intenso con una media di una partita ogni quattro giorni per un totale di nove, fino al termine dell'anno.