La seconda settimana di allenamenti è cominciata esattamente nello stesso modo in cui si era conclusa la prima: doppie sedute, tanta intensità, ma sempre col pallone fra i piedi. Come da dettami mourinhani. Lo Special One è da sempre un fautore del lavoro con il pallone, che rende più gradevole la fatica, soprattutto in periodi senza partite. La Roma ne giocherà una prima domani, contro il Montecatini, squadra di Serie D. Ma l'impegno è talmente poco probante da essere considerato poco più di una partitella in famiglia, anche per il campo su cui sarà disputata. Alle ore 18 a Trigoria, a porte rigorosamente chiuse (proprio come la prossima, domenica con la Ternana), sarà l'occasione per testare i primi schemi del tecnico portoghese.

Che ieri, in uno dei suoi frequentissimi post su Instagram, ha scritto: «Football is a small world», ovvero «Piccolo il mondo del calcio», riferito a una foto che lo ritrae fra Henrikh Mkhitaryan e Chris Smalling, suoi giocatori già ai tempi del Manchester United e fra i leader designati della nuova squadra targata JM. Gli altri saranno il neo-acquisto Rui Patricio, appena sbarcato nella Capitale proprio per volontà di Mou; il centravanti totem Edin Dzeko; e Lorenzo Pellegrini, il più giovane del gruppo (ha compiuto 25 anni meno di un mese fa), ma non per questo esente da onori e oneri. Nell'ultima stagione è diventato Capitano designato proprio dopo un forte diverbio fra l'attaccante bosniaco e l'ex allenatore Fonseca. Nel giorno della sua presentazione alla stampa, sollecitato sull'argomento, Mou ha glissato, specificando che l'assegnazione sarebbe diventata di dominio pubblico soltanto dopo averne parlato con società e giocatori. Salvaguardando così gerarchie e sacralità dello spogliatoio.

E pur senza comunicazioni, la notizia è diventata in qualche modo implicita quando la Roma ha svelato la nuova maglia griffata New Balance. Fra i testimonial Zaniolo, che ha accompagnato la sua foto con la prossima divisa a un messaggio d'amore sui social («Quando sei della Roma nessun'altra cosa conta»), Dzeko, i neo-campioni d'Europa Cristante e Spinazzola, Villar; Andressa, Bartoli, Linari e Serturini della squadra femminile; e appunto Pellegrini. Nella nota ufficiale il commento è affidato proprio al numero 7. «Il capitano giallorosso Lorenzo Pellegrini - si legge sul sito del club - ha dichiarato: "È sempre emozionante quando viene svelato un nuovo kit, soprattutto in questa stagione. Il nuovo design è stato apprezzato dalla squadra e siamo tutti impazienti di indossarlo"». Fascia confermata sul braccio del ragazzo cresciuto a Trigoria dunque, che ha dovuto rinunciare all'Europeo last minute per l'infortunio, allenandosi individualmente ancora nella scorsa settimana. Ieri però si è aggregato al gruppo dopo aver cominciato ancora a parte. E in partitella gli è stata affidata la pettorina da jolly. Anche Lorenzo is coming