Nicolò Zaniolo ha ricevuto oggi il Premio Beppe Viola nel Salone del CONI a Roma. Dopo aver parlato ai cronisti presenti, ha rilasciato delle dichiarazioni sul suo futuro e sull'addio di De Rossi anche al momento della premiazione. Ecco le sue dichiarazioni.

Hai trattenuto a stento le lacrime alla conferenza?
"Sì è una grandissima perdita sia in campo che fuori, perché è una grandissima persona, un trascinatore e un grandissimo calciatore. Poi la vita va avanti e faccio un grosso in bocca al lupo a Daniele per quello che andrà a fare".

Sul contratto? Vuoi restare alla Roma o sei tentato dalle offerte?
"La mia volontà è restare a Roma, ho ancora 4 anni di contratto e voglio onorare questa grandissima maglia".

Qual è il tuo ruolo?
"Il mio ruolo è il centrocampista (ride ndr). Mezzala, trequartista o esterno destro, per me è importante giocare".

Quant'è difficile restare con i piedi per terra dopo questo tuo exploit?
"E' difficile perché un ragazzo di 19 anni è importantissimo che abbia una famiglia dietro, il cui supporto è fondamentale. Non esistono punti d'arrivo, ma punti di partenza e spero di continuare su questa strada e togliermi grandi soddisfazioni".